“L’Aquila legge Dante”, il viaggio del Poeta nei primi canti del Paradiso

di Redazione | 14 Agosto 2021 @ 08:39 | CULTURA
l'aquila legge dante
Print Friendly and PDF

L’Aquila, 14 agosto 2021 – Prosegue il progetto L’Aquila legge Dante e, nella settimana dal 16 al 22 agosto, il viaggio immaginario del sommo vate continua a condurci nei primi Canti del Paradiso.
L’iniziativa, promossa dal Comune dell’Aquila e realizzata in collaborazione con numerose associazioni culturali del territorio, ha preso il via lo scorso 7 giugno e prevede la pubblicazione di cento video per altrettanti giorni fino 14 settembre. 

L’amata Beatrice, subentrata a Virgilio quale guida di Dante, lo accompagna, nel quarto canto, incentrato sulla questione teologica dei voti incompiuti, la cui lettura, il 16 agosto, sarà affidata all’attrice Rosa Fanale.  

Sarà invece il cantante Ugo Capezzali a leggere il canto quinto, incentrato sul tema del libero arbitrio, che vede l’incontro tra il poeta e Giustiniano. L’imperatore sarà protagonista anche del canto successivo, affidato alla voce dell’attore Marco Alesii, con la narrazione della storia dell’impero romano, simboleggiato dall’Aquila. Il 19 agosto sarà la volta dell’artista Bruna Buontempo con la lettura del settimo canto del Paradiso, incentrato sulla problematica dell’espiazione del peccato originale, della crocifissione e della corruttibilità della materia. Con l’ottavo canto, che sarà letto il 20 agosto da Leonardo Puca, giovane campione di atletica aquilano, inizia l’ascesa al terzo cielo, dove Dante incontra gli spiriti che in vita subirono l’influsso di Venere, rivolgendo poi, però, il loro amore a Dio. Tra questi, Carlo Martello d’Angiò si presenta a Dante e gli parla delle diverse inclinazioni umane e di come l’umanità deve assecondarle. Il 21 agosto l’artista Lea Contestabile ci condurrà attraverso il canto nono, contenente un’aspra invettiva contro coloro che si curano esclusivamente delle cose terrene, non risparmiando strali a Firenze, la città natale di Dante che lo ha condannato all’esilio, il papa e i cardinali. La lettura del decimo canto, il 22 agosto, con l’ascesa al cielo del Sole, sarà invece affidata al noto pianista Carlo Grante. Dante e Beatrice vengono attorniati da una corona di dodici luminosi spiriti sapienti che danzano e cantano girando attorno a loro. Tra questi prende la parola San Tommaso d’Aquino che presenta gli altri undici. Con la lettura del Paradiso cambia anche la scelta delle ambientazioni rispetto alle cantiche precedenti, con la scelta di luoghi elevati e vicini a Dio, come le chiese, o, come nel caso della lettura di Carlo Grante, templi della musica quale l’Auditorium del Parco. 

Il progetto ha visto la collaborazione delle associazioni aquilane operanti nel settore teatrale, individuate grazie ad un avviso pubblico e, in particolare, l’associazione culturale Ricordo, Abruzzo Danza e Spettacolo, Brucaliffo, I Guastafeste, Animammersa, Teatrabile, Associazione C.S. L’Aquila Danza Teatro dei 99. 

Ai seguenti link è possibile accedere ai contenuti dei video di “L’Aquila legge Dante”:   

https://www.facebook.com/laquila2022
https://www.instagram.com/laquila2022/
https://youtube.com/playlist?list=PLkurKd3PgyaOBqzabn-5JlyQs-cp7t88C 


Print Friendly and PDF

TAGS