L’Aquila. La volpe ‘cittadina’ ghiotta di galline

di Marianna Gianforte | 25 Settembre 2022 @ 06:12 | AMBIENTE
la volpe
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La vedi girare furtiva tra la Rivera, Fontesecco e San Domenico alla ricerca di cibo. E’ la volpe amante dell’Aquila, ha individuato il suo habitat cittadino a cavallo tra la campagna che fiancheggia la Rivera e le 99 Cannelle e l’immediato centro storico da oltre un anno; quando, cioè, ancora imperversava il lockdown e le strade erano spopolate e senza pericolose macchine. E’ allora che la volpe aquilana piano piano ha vinto la sua naturale reticenza e il timore e si è avvicinata sempre di più. D’altra parte si sa: tra gli animali selvatici è quello che si lascia più velocemente ‘addomesticare’ e si abitua a scorrazzare in ambiti urbanizzati, dove trova cibo molto più facilmente rispetto ai boschi e alle campagne, dove la conquista territoriale contro le altre volpi è forte ed è in continua lotta per la sopravvivenza con le altre specie animali.

I residenti del centro ormai la conoscono bene, gli operai della ricostruzione si divertono a cercarla tra i materiali e i mezzi edili, i bambini la vorrebbero coccolare… eccetto quando, improvvisamente, si spinge dentro al giardino di un’abitazione e uccide una gallina domestica, facendo esplodere in pianto quei bimbi, come è successo ieri pomeriggio in zona San Domenico. La famiglia ‘vittima’ dell’incursione della volpe amante dell’Aquila è riuscita a fotografarla: un’esemplare molto bello, apparentemente sano, forse grazie proprio alla grande disponibilità di cibo di scarto che trova nelle vie che frequenta, o cibo appositamente lasciato per i gatti dai residenti. Ora che ha scoperto la presenza di galline di così facile reperibilità (le volpi vanno a caccia di lepri, ricci, piccoli roditori, conigli, galline, faggiani e quaglie), difficilmente si allontanerà.

La volpe di Fontesecco non conosce, però, la pericolosità degli ambienti urbani, e ci si augura che possa tornare a vivere lontano dalle strade della città, dove invece rischia di essere investita: per tutta l’estate abbiamo assistito a una strage di volpi in tutto il territorio, segno che stanno ripopolando l’ambiente ma anche sintomo della loro fragilità. Per spingerla a tornare nel suo habitat più naturale serve però maggiore attenzione a mantenere le strade pulite, non lasciare immondizia ed evitare di lasciare in giro cibo per gatti o per uccelli. Non trovando più, in questo modo, facile alimentazione, la volpe che ama la città potrebbe finalmente allontanarsi e riadattarsi al suo ambiente naturale: la campagna.


Print Friendly and PDF

TAGS