L’Aquila, la prima uscita con l’Anonima Fotografi a tema Street Photography

Domenica 23 giugno alle 16.00 la prima passeggiata nel centro dell'Aquila con l'Anonima Fotografi a tema Street Photography. Un incontro per conoscersi, divertirsi e fotografare insieme

di Fausto D'Addario | 16 Giugno 2024 @ 05:12 | EVENTI
STREET
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Spolverate i vostri obiettivi, mettetevi scarpe comode e portate tanta curiosità e voglia di esplorare gli angoli più nascosti dell’Aquila, perché la fotografia è uno di quegli amori che cambiano per sempre la vita. Un’opportunità da non perdere, quella proposta dall’Anonima Fotografi, rivolta a chiunque, dal fotoamatore a chi semplicemente vuole passare qualche ora in compagnia: domenica 23 giugno ci sarà la prima passeggiata fotografica con l’Anonima Fotografi, a tema Street Photography. In questa occasione si farà un tour per il centro cittadino, alla ricerca di quelle piccole e grandi meraviglie del capoluogo che gli obiettivi riusciranno a catturare. Si parte alle 16:00 con ritrovo di fronte, nemmeno a dirlo, a La Camera Oscura, laboratorio fotografico in pieno centro vicino a Piazza Duomo, e da lì il gruppo andrà in esplorazione, per un’avventura cittadina che durerà all’incirca 3 ore e mezza. Ogni mezzo fotografico è ammesso: la cosa più importante è avere una macchina fotografica che vi piaccia, sentirla bene ed essere soddisfatti di tenerla in mano. E lasciarsi guidare dall’ispirazione.

Qui la possibilità di prenotare la propria partecipazione.

La passione per la fotografia. Un inizio quasi per gioco. Il gusto di catturare, il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare. L’Anonima Fotografi non è altro che questo: un gruppo di amici, eclettico ed eterogeneo, che voleva uscire dagli schemi troppo rigidi delle attività culturali che si vedono in giro. Sono ragazze e ragazzi a cui piace fotografare e parlare di fotografia, che si riuniscono per discutere e confrontarsi su interessi comuni, sulle inclinazioni particolari di ciascuno e cercare sempre nuovi spunti e approfondimenti. E quasi per gioco è nata anche Anonimag, la rivista autoprodotta dal gruppo che esce a cadenza trimestrale e che vede al suo interno una serie di mini-progetti fotografici, articoli di approfondimento, interviste e anche qualche parodia a sfondo pubblicitario. 

Un semplice passatempo che è cresciuto attirando sempre più attenzione e seguito e che ha spinto l’Anonima Fotografi a formalizzare l’associazione, organizzando eventi aperti a chiunque. E così è nata l’idea della prima uscita fotografica a L’Aquila: un’uscita dove andare in un posto che ci incuriosisce, magari lasciando stare i luoghi che conosciamo per esplorare quegli angoli e soffermarsi su quei particolari mai visti prima, lasciando la guida ai desideri e all’ispirazione del momento. 

Passeggiate e non forzatevi mai a fare foto, perché altrimenti la poesia andrà perduta e la vita che contengono ne resterà paralizzata. È come forzare l’amore o l’amicizia, è praticamente impossibile. Il segreto della macchina fotografica è tutto qui: l’istante che fa luce strappando un evento dal flusso della vita, il tempo dell’attimo luminoso che sottrae un’immagine alla morte, fissandola per sempre. Fotografare è come passeggiare nell’universo. Si comincia a guardare con occhi nuovi: il mondo convenzionale ci pone uno schermo; occorre abbandonarlo quando prendiamo in mano l’obiettivo e ci dedichiamo alla fotografia.


Print Friendly and PDF

TAGS