L’Aquila, IV edizione dei ‘Concerti dell’amicizia’

In questo grave momento internazionale dovuto alla guerra in Ucraina, tali appuntamenti sono un ponte aperto di dialogo e rispetto reciproco tra il popolo Russo e il Popolo Italiano e ribadiscono il valore fondamentale della cultura quale fattore di pace, tolleranza e reciproca conoscenza, contro ogni pretestuosa discriminazione culturale.

di Redazione | 23 Novembre 2022 @ 19:19 | EVENTI
“I Concerti dell'Amicizia” è una kermesse culturale ideata dall'associazione “L'Aquila Siamo Noi”, assieme all'Ambasciata della Federazione Russa in Italia e al Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma (da poco ridenominato “Casa Russa a Roma”). “I Concerti dell'Amicizia” nascono quale atto di ringraziamento della città dell'Aquila nei confronti della Federazione Russa, per aver finanziato il recupero e restauro di Palazzo Ardinghelli a L'Aquila e la completa ricostruzione della chiesa di San Gregorio Magno a Bazzano, e per ribadire il particolare legame di solidarietà e amicizia esistente tra la Federazione Russa e L'Aquila. In questo grave momento internazionale dovuto alla guerra in Ucraina, “I Concerti dell'Amicizia” sono un ponte aperto di dialogo e rispetto reciproco tra il popolo Russo e il Popolo Italiano e ribadiscono il valore fondamentale della cultura quale fattore di pace, tolleranza e reciproca conoscenza, contro ogni pretestuosa discriminazione culturale. La IV edizione de “I Concerti dell'Amicizia” sarà inaugurata domani, giovedì 24 novembre alle ore 18.30 nella prestigiosa sede di "Casa Russia" a Roma, nel centro storico capitolino, con il concerto “Viaggio sentimentale”. Il concerto, tenuto dal Deltensemble Trio, composto dal maestro Fabrizio Casu (violino), Andrea Petricca (violino) e dal maestro Carmine Colangeli (pianoforte), propone un raffinato programma con brani di Rachmaninov, Rimskij-Korsakov, Shostakovich, Monti, Brahms e altri autori. Questa IV edizione prevede cinque concerti con cadenza mensile, da novembre fino al prossimo mese di marzo. “Tutti i progetti e gli eventi culturali organizzati da 'L'Aquila Siamo Noi' hanno sempre avuto una forte componente simbolica: dal testimoniare la volontà degli aquilani di non arrendersi dopo la tragedia del terremoto, ripartendo dalla valorizzazione del proprio patrimonio culturale, alla tessitura di rapporti internazionali per far conoscere la Città di L'Aquila in un contesto globale”, afferma il vice presidente Alfredo Ranieri Montuori. concerti dell'amicizia
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – ‘I Concerti dell’Amicizia’ è una kermesse culturale ideata dall’associazione ‘L’Aquila Siamo Noi’, assieme all’Ambasciata della Federazione Russa in Italia e al Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma (da poco ridenominato ‘Casa Russa a Roma’). I concerti nascono come gesto di ringraziamento della città dell’Aquila nei confronti della Federazione Russa, per aver finanziato il recupero e restauro di Palazzo Ardinghelli all’Aquila e la completa ricostruzione della chiesa di San Gregorio Magno a Bazzano, e per ribadire il particolare legame di solidarietà e amicizia esistente tra la Federazione Russa e L’Aquila. In questo grave momento internazionale dovuto alla guerra in Ucraina, “I Concerti dell’Amicizia” sono un ponte aperto di dialogo e rispetto reciproco tra il popolo Russo e il Popolo Italiano e ribadiscono il valore fondamentale della cultura quale fattore di pace, tolleranza e reciproca conoscenza, contro ogni pretestuosa discriminazione culturale.

La IV edizione de “I Concerti dell’Amicizia” sarà inaugurata domani, giovedì 24 novembre alle ore 18.30 nella prestigiosa sede di “Casa Russia” a Roma, nel centro storico capitolino, con il concerto “Viaggio sentimentale”.
 
Il concerto, tenuto dal Deltensemble Trio, composto dal maestro Fabrizio Casu (violino), Andrea Petricca (violino) e dal maestro Carmine Colangeli (pianoforte), propone un raffinato programma con brani di Rachmaninov, Rimskij-Korsakov, Shostakovich, Monti, Brahms e altri autori.
 
Questa IV edizione prevede cinque concerti con cadenza mensile, da novembre fino al prossimo mese di marzo. “Tutti i progetti e gli eventi culturali organizzati da ‘L’Aquila Siamo Noi’ hanno sempre avuto una forte componente simbolica: dal testimoniare la volontà degli aquilani di non arrendersi dopo la tragedia del terremoto, ripartendo dalla valorizzazione del proprio patrimonio culturale, alla tessitura di rapporti internazionali per far conoscere la città dell’Aquila in un contesto globale”, afferma il vice presidente Alfredo Ranieri Montuori. “In questo momento di grave e pericolosa crisi internazionale causato dalla guerra in Ucraina è dovere di tutti noi ricercare motivi di incontro e dialogo, che possano favorire in ogni modo l’incontro tra le parti, per ricercare una pace giusta e duratura. Come Associazione culturale vogliamo anche testimoniare l’assoluta contrarietà a ogni forma di strumentale e intollerante discriminazione verso la cultura e gli artisti russi, fomentata da una politica di basso livello, incapace di svolgere l’indispensabile azione di mediazione tra i contendenti. Si tratta di una fondamentale questione di principio che investe i valori sui quali si basa o si dovrebbe basare la società occidentale. Questo assioma vale per le culture e gli artisti di ogni nazione, veri e propri ambasciatori di valori quali la tolleranza, il rispetto reciproco e l’arte come punto di incontro e non di scontro”.
 

Print Friendly and PDF

TAGS