L’Aquila, INFN festeggiano 35 anni di ricerca con “Sinfonie dall’Universo”

L'evento è previsto a L'Aquila per il 21 giugno

di Redazione | 17 Giugno 2022 @ 14:14 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Martedì 21 giugno alle 18.00, presso l’Auditorium del Parco a L’Aquila, si svolgerà l’evento “Sinfonie dall’Universo”, che vedrà la partecipazione straordinaria del Maestro Peppe Vessicchio in occasione dei festeggiamenti per il 70° anniversario dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e per i 35 anni di attività scientifica dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso(LNGS),

Attraverso gli interventi del Presidente dell’INFN, Antonio Zoccoli, del Direttore dei LNGS, Ezio Previtali e di altri ospiti, moderati dalla giornalista scientifica Silvia Bencivelli ripercorreremo le tappe fondamentali dei primi 70 anni di ricerca dell’INFN: dalle sfide agli obiettivi raggiunti da un’intera comunità scientifica che ha nella ricerca scientifica fondamentale il proprio obiettivo e che si avvale di infrastrutture sempre più competitive. Tra queste, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, i laboratori sotterranei più grandi al mondo e tra i più importanti nel panorama scientifico internazionale, che in questa serata celebrano i loro 35 anni di attività di ricerca scientifiche. Sarà questa un’occasione per ricostruire la storia dei Laboratori, le persone che ne hanno fatto parte, i successi ottenuti e le prospettive future.

“Nel percorso scientifico dei 70 anni dell’INFN, la realizzazione dei Laboratori del Gran Sasso è stata sicuramente un’importante pietra miliare – dichiara Ezio Previtali– Nei 35 anni di attività scientifica ai LNGS non sono stati realizzati solo esperimenti di frontiera che hanno esplorato i segreti del cosmo, è nata anche una comunità scientifica di ricercatori e scienziati che hanno negli anni condiviso obiettivi e strategie per indagare i segreti della natura e dell’Universo”.

La serata, oltre agli interventi riguardanti la storia dell’INFN e dei Laboratori, sarà arricchita dalle musiche ad opera dei solisti del Sesto Armonico, diretti dal Maestro Peppe Vessicchio, insieme al soprano Giacinta Nicotra, al tenore Piero Mazzocchetti e accompagnati dalle opere realizzate dal vivo della sand artist Simona Gandòla.

“Proprio con la musica, insieme di suoni prodotti da vibrazioni ordinate fin dall’antichità secondo attente osservazioni di fisica – afferma Peppe Vessicchio – intendo contribuire a questi importanti festeggiamenti. Grazie al legame naturale tra le due discipline – continua il Maestro – sta per venire alla luce una bellissima iniziativa, che vede coltivati e affiancati i saperi artistici con quelli scientifici, nel nome di una visione sinergica e comune dei linguaggi che descrivono la realtà.

La partecipazione all’evento è aperta al pubblico, fino ad esaurimento posti. Per partecipare è necessario registrarsi al link 

 


Print Friendly and PDF

TAGS