“L’Aquila Include”: autorizzata l’anticipazione dei rimborsi per i tirocinanti

di Redazione | 28 Aprile 2020, @07:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Su proposta degli assessori alle Politiche europee e alle Politiche sociali, Carla Mannetti e Francesco Cristiano Bignotti, la Giunta comunale ha autorizzato un’anticipazione a carico del bilancio comunale per l’erogazione dei rimborsi in favore dei tirocinanti del Progetto “L’Aquila Include”. I due amministratori hanno preso questa decisione in seguito delle difficoltà dei trasferimenti de fondi, alla luce dell’emergenza in corso che sta colpendo tutte le fasce più deboli della società.

“Ad oggi – hanno spiegato Mannetti e Bignotti – sono in corso 76 tirocini presso aziende del territorio e di questi 10 sono stati tenuti attivi attraverso i sistemi di smart working. Il Comune, a due anni dall’inizio del progetto, in partenariato con il Centro servizi del volontariato, Politecnica formazione e Randstad Italia, ha permesso l’avvio di 102 tirocini extracurriculari in più di 70 aziende diverse, tutte operanti sul territorio comunale”.

“Molti dei tirocinanti che hanno completato la loro esperienza, prima di formazione teorica con i partner di progetto e poi di formazione pratica all’interno dell’azienda – hanno proseguito i due assessori – hanno trovato collocazione dopo il termine del tirocinio; i dati attuali, seppur parziali, danno un buon riscontro del lavoro svolto, ma saranno da considerare pienamente soddisfacenti solo se si manterrà il trend sino alla fine del progetto, prevista per la fine di quest’anno”.

Mannetti e Bignotti hanno inoltre sottolineato che “nonostante le difficoltà rappresentate dall’attuale pandemia, con la collaborazione attiva dei partner, è stato possibile non lasciare da soli aziende e tirocinanti – hanno osservato – ora stiamo lavorando per avviare la ripresa del progetto per i tirocinanti sospesi e l’avvio degli ultimi tirocini previsti, alla ripresa delle attività produttive interessate”.

“Lo sforzo compiuto dal Comune – hanno concluso gli assessori Mannetti e Biondi – rappresenta inoltre una concezione dell’intervento dell’istituzione, in favore dei cittadini, che non si esaurisce con l’elargizione di contributi fini a sé stessi, ma con la messa a disposizione di una concreta possibilità di rientrare nel mercato del lavoro. Gli uffici stanno lavorando alla predisposizione di ulteriori progettualità da mettere al servizio della cittadinanza, cui potranno accedere anche coloro che non hanno trovato una stabilità di vita nell’ambito di L’Aquila Include”.


Print Friendly and PDF

TAGS