L’Aquila, in più di 11mila a piedi da Collemaggio a piazza Duomo in 17 giorni

Mannetti: "Segnale di interesse verso la pedonalizzazione del centro"

di Redazione | 07 Settembre 2021, @02:09 | ATTUALITA'
Carla Mannetti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Ben 11mila persone hanno raggiunto senza auto il centro storico dell’Aquila tra il 18 agosto e il 3 settembre. Di queste, circa 10mila con la navetta gratuita che è stata implementata, e altre 1.164 utilizzando il tunnel pedonale che collega il parcheggio “Lorenzo Natali” di Collemaggio a Piazza Duomo, con una media di 68 persone al giorno, che sono aumentate di oltre il 30 per cento nelle giornate della Perdonanza Celestiniana, quando a raggiungere il centro dal terminal sono state in 648, per una media di 92 persone al giorno.

Il dato emerge dal rilevamento effettuato dal Settore Mobilità del Comune dell’Aquila, che nelle scorse settimane ha installato un sistema elettronico che registra i passaggi pedonali nel tunnel.

Analizzando i dati si osserva come le giornate di maggior utilizzo del tunnel coincidono con quelle in cui il programma della Perdonanza prevedeva eventi di rilievo in centro storico, mentre le presenze diminuiscono in occasione degli spettacoli al teatro del Perdono (prato di Collemaggio), quando è evidente che gli automobilisti che hanno usufruito del parcheggio hanno poi raggiunto a piedi e dall’esterno il luogo d’interesse.

Il parcheggio “Lorenzo Natali”, dove da qualche mese a questa parte è stata aperta anche una nuova ala rendendo disponibili complessivamente ben 620 posti auto, è del tutto gratuito e questo ne incentiva l’utilizzo e contribuisce a decongestionare il centro città dalle auto.

“Nonostante non siano ancora funzionanti i tapis roulant, il cui ripristino, al quale stiamo comunque lavorando, è molto oneroso, per raggiungere Piazza Duomo attraverso il tunnel si impiegano, a passo svelto, appena cinque minuti”, sottolinea l’assessore comunale alla Mobilità Carla Mannetti, che annuncia che l’obiettivo è quello di far coincidere l’intervento di rifunzionalizzazione del tappeto mobile con i lavori di realizzazione dell’ascensore di collegamento con viale Luigi Rendina, rivolge nuovamente un appello ai cittadini a utilizzare la struttura pubblica, i cui costi – che venga utilizzata o meno – sono comunque a carico della collettività.

“L’amministrazione sta investendo da anni e in modo sempre maggiore sulla mobilità alternativa, incentivando l’acquisto di auto e bici elettriche”, aggiunge l’assessore, “perché crediamo che un centro libero dalle auto sia un valore per tutti, a lungo termine anche per quelli che appaiono più scettici. Basta guardare quanto avviene in città di dimensioni e caratteristiche analoghe alla nostra”.


Print Friendly and PDF

TAGS