L’Aquila, il mercato ambulante tornerà in centro in formato ridotto

di Marianna Gianforte | 19 Agosto 2022 @ 06:18 | ATTUALITA'
mercato ambulante
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Tornerà in centro storio il mercato degli ambulanti che ha arricchito, tutte le mattine per 750 anni, il cuore dell’Aquila, unico grande mercato generale (aveva cento banchi nel 2009, anno del terremoto) in Italia a svolgersi quotidianamente dentro una città. Sono già in corso i tavoli di lavoro e di confronto tra la Fiva Confcommercio, in particolare con il suo presidente Alberto Capretti, e il vicesindaco con delega al Commercio. La riprova che l’idea di un mercato in centro storico è un’attrattiva, ed è un servizio ai cittadini, una presenza rincuorante, è arrivata in occasione della tre giorni del mercato ambulante in centro storico, organizzata dalla Confcommercio in collaborazione con il Comune dell’Aquila, da sabato 13 a lunedì 15, giorno di Ferragosto. Grande interesse mostrato dai turisti che hanno acquistato i prodotti tipici e di rimando hanno anche visitato i negozi circostanti. “Una convivenza possibile e anzi reciprocamente interessante – spiega Capretti – perché si tratta di attività molto diverse tra loro e a volte complementari, che non entrano, diciamo, ‘in concorrenza’”. Il mercato generale di piazza D’Armi, però, resterà con i suoi 80 banconi, dei quali, spiega il presidente della Fiva, una parte proviene da altre città dell’Abruzzo.

Il mercato del centro cambierà volto:

“Il nuovo mercato del centro storico sarà disegnato tenendo conto della nuova organizzazione architettonica della città, ricostruita dopo il terremoto, e i banchi saranno pochi; la localizzazione dev’essere ancora decisa. Stiamo lavorando con l’assessore al Commercio per pensare a un mercato che sia decoroso, adatto all’arredo urbano, all’avanguardia, co strutture che saranno integrate con il tessuto architettonico. Vogliamo mantenere la tradizione aquilana, unica in Italia, di un mercato quotidiano in centro storico: i banchi proverranno prevalentemente dall’Aquila, ma ci sarà spazio anche per alcuni ambulanti di altre province. Sarà un mercato davvero particolare, simbolo dei caratteri identitari non soltanto dell’Aquila, ma anche del territorio, con ortofrutta a km 0, prodotti caratteristici dell’Abruzzo, e poi come il canestrato, gli insaccati di Campotosto, con Fiva- Confcommerio. Si adotteranno mezzi elettrici per spostare la merce, banchi e gazebi adattati arredo urbano. Sarà un mercato molto ridotto che simboleggerà la presenza tradizionale dei piccoli commercianti. D’altra parte si tratta di un mercato che nella sua storia di sette secoli si è sempre evoluto: una volta vi si smerciava bestiame, si arrivava alla piazza del Duomo con i carretti di legno”.

Capretti fa un appello ai giovani, e auspica che siano loro, futuri aspiranti commercianti, a ravvivare il centro cittadino con la loro attività:

“In tutta Italia il settore del mercato ambulante sta crollando, ma all’Aquila questo processo è diventato molto rapido dopo il terremoto che ha rotto abitudini, certezze. Dobbiamo invogliare i giovani a investire anche in questa forma di commercio. Organizzeremo, a tal proposito, un seminario per descrivere e mostrare loro le caratteristiche di un mercato ambulante, come si apre e si gestisce un banco e quante soddisfazioni riesca a dare nonostante di tratti di un’attività impegnativa. Serviranno senz’altro i finanziamenti dalla Regione per fare ripartire questo settore economico, come si fa con ‘Fare centro’. Nascerà, infine, e ci stiamo già lavorando con l’assessore al Commercio, un regolamento del commercio ambulante del centro storico”.

Intanto, dopo il successo del mercato in centro storico nella tre giorni a cavallo di Ferragosto, anche domenica 21 si terrà il mercato cittadino in centro. “Ci aspettiamo anche di poter lavorare molto bene in occasione degli eventi previsti tra settembre e ottobre, come il ‘Jazz italiano per le terre del sisma’ e ‘Sharper’”, dice Capretti, soddisfatto dell’affluenza di turisti e non solo nel centro cittadino per partecipare agli eventi organizzati dal Comune.


Print Friendly and PDF

TAGS