Il Casella ricorda il genio di Henry Mancini

A 100 anni dalla nascita del pluripremio oscar dal sangue abruzzese, una serie di eventi in suo onore

di Michela Santoro | 04 Aprile 2024 @ 05:00 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Chi è che non ha mai fischiettato, almeno una volta nella vita, il tema della Pantera Rosa? Beh, quelli della mia generazione, sicuramente ci sono cresciuti e ancora oggi ricordano quella musica col sorriso sulle labbra. Magari ad occhi chiusi, muovendo un po’ la testa, battendo il piede destro, segnando il ritmo. ‘Peter Gunn’ vi dice niente? E Moon River? E Moonlight Serenade? Oh mamma, quante ne sono!

Ne ha scritte davvero tante Henry Mancini, genio della musica holliwoodiana dal sangue abruzzese. In oltre quarant’anni di carriera nel cinema, Henry Mancini ha firmato le musiche di oltre cento film e vinto quattro Oscar su 18 candidature a cui si aggiungono 20 Grammy e due Emmy.

Più di 50 gli album pubblicati, oltre 300 milioni le copie vendute in tutto il mondo e 500 le canzoni composte.

Grandioso! Beh, Henry Mancini, al secolo Enrico Nicola Mancini è nato negli Stati Uniti d’America ma solo perché il suo papà, Quinto Mancini, nato a Scanno il 13 marzo 1893 emigrò negli USA.

Quest’anno, a 100 anni dalla sua nascita, il ‘Casella’ lo ricorda, proponendo un programma ricchissimo di concerti ed incontri alla presenza dei figli di Mancini.

Nato da un’idea di Paolo Di Sabatino, pianista jazz e docente del Conservatorio aquilano, il progetto è stato subito sposato dal Direttore, Claudio Di Massimantonio, e si propone di rendere omaggio ad un gigante della musica, coinvolgendo anche gli studenti del Conservatorio.

Il programma consiste in tre concerti, durante i quali verranno eseguiti alcuni dei brani più belli e famosi di Henry, in originali arrangiamenti realizzati da Di Sabatino. Si va dalla musica scritta per la Pantera Rosa (dallo stesso film verrà eseguita anche Meglio stasera, con testo di Franco Migliacci) fino al tema di Uccelli di rovo, passando per Charade e Loss in love, tema tratto da I Girasoli, un film del 1970 di Vittorio De Sica, con Marcello Mastroianni e Sophia Loren. Non mancherà una versione rivisitata della meravigliosa Moon River (Oscar 1962 per la migliore canzone), dalla colonna sonora di Colazione da Tiffany, (Premio Oscar per il miglior film, nello stesso anno).

Ogni concerto vedrà impegnata una formazione inedita, trio jazz e orchestra d’archi, frutto di una stretta collaborazione tra docenti e allievi. Saranno infatti coinvolti i ragazzi e le ragazze dei corsi di strumento ad arco del “Casella”, insieme ai docenti: Paolo Di Sabatino – che oltre ad avere curato gli arrangiamenti sarà al pianoforte; Roberto Gatto alla batteria; Luca Pirozzi al basso. La direzione dell’orchestra è affidata a un altro docente, Gabriele Bonolis. Il coordinamento è a cura della musicologa Daniela Macchione, anch’essa docente del “Casella”.

Ospiti d’onore della serata inaugurale del 18 aprile a L’Aquila, saranno i tre figli di Henry Mancini, Chris, Felice e Monica, che verranno per l’occasione da Los Angeles – e per la prima volta nei luoghi delle loro origini – per festeggiare il 100° anniversario della nascita del padre, nato a Cleveland il 16 aprile del 1924. Monica Mancini, cantante di successo negli USA, si unirà all’ensemble del “Casella” interpretando alcune canzoni del padre insieme al marito Gregg Field, musicista e produttore. A giugno la stessa Monica parteciperà a un evento simile a Los Angeles, insieme a Michael Bublè.

“La famiglia Mancini – ha concluso Monica Mancini, figlia del compositore – è molto emozionata e felice di festeggiare i 100 anni di nostro padre con il Conservatorio Casella dell’Aquila! Paolo Di Sabatino mi ha contattato più di un anno fa, sperando di poterci incontrare nella città natale di mio nonno Quinto, per onorare il suo unico figlio, Henry. Il suo desiderio di vederci si è avverato; siamo molto orgogliosi di far parte di questo meraviglioso evento, ed io sono particolarmente onorata di cantare la musica di mio padre con questi bravi musicisti! I miei genitori hanno sempre desiderato che visitassimo l’Abruzzo e ora anche il loro sogno si è avverato”.

Alla Conferenza stampa di presentazione del progetto, oltre al Direttore Claudio Di Massimantonio e al Professore del Conservatorio aquilano e ideatore del progetto Paolo Di Sabatino hanno partecipato anche Davide Cavuti, Direttore del centro studi nazionale ‘A. Cicognini’ e Alessandra Striglioni, Presidente Società della Musica Ricitelli di Teramo che hanno collaborato alla realizzazione die concerti rispettivamente a Francavilla al Mare e a Teramo. Presenti anche il vicesindaco del Comune dell’Aquila, Raffaele Daniele e, per il Comune di Scanno, Cesidio Giansante che ha annunciato l’istituzione di un Festival con Premio per giovani compositori in onore di Henry Mancini.


Print Friendly and PDF

TAGS