L’Aquila, il Comune recupera quasi 1 milione dall’Agenzia delle Entrate

La somma accreditata sul conto della tesoreria è relativa a crediti riguardanti l’iva

di Redazione | 12 Marzo 2022 @ 11:03 | ATTUALITA'
Agenzia delle Entrate
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Comune dell’Aquila ha recuperato quasi un milione di euro dall’Agenzia delle entrate, per crediti riguardanti l’iva. Lo rendono noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Politiche economiche, finanziarie e di bilancio, il vice sindaco Raffaele Daniele. In dettaglio, l’Agenzia delle entrate ha accreditato sul conto di tesoreria della municipalità circa 966mila euro.

“Una delle linee del mandato amministrativo – hanno osservato Biondi e Daniele – era rendere solide e stabili le finanze comunali, attraverso un processo di analisi capillare di tutti gli aspetti del bilancio, soprattutto per quanto concerne le situazioni sospese. Per questa ragione, i nostri uffici del Bilancio, che ringraziamo per l’impegno e la professionalità dimostrati, hanno avviato fin dal 2017 una verifica mirata al riordino dei conti, tra cui quelli di natura fiscale. In questo senso, è stato seguito un iter mai svolto prima di questa amministrazione, tenendo conto che il credito era già maturato nel 2013 e mai richiesto da chi ci ha preceduto. Grazie alla fondamentale e lodevole collaborazione con l’Agenzia delle entrate, l’Agenzia della riscossione e i revisori dei conti del nostro ente, si è provveduto innanzitutto a sanare tutte le pendenze fiscali a carico del Comune e poi a certificare il credito vantato nei confronti dell’erario statale. Anni di attento e sinergico lavoro, che ci hanno permesso di avere oggi una corretta contabilità dell’Iva, l’eliminazione di pendenze tributarie con il fisco, somme accantonate per la compensazione dell’iva a debito e, come detto, un recupero di 1 milione di euro. Con questa operazione, siano stati colti “due importantissimi risultati”.

“Da una parte – hanno spiegato– abbiamo aggiunto un ulteriore, decisivo tassello per completare l’intervento che avevamo promesso fin dall’inizio del mandato, cioè conferire solidità, credibilità e certezza al bilancio comunale. Dall’altra parte abbiamo a disposizione una somma consistente da poter investire per interventi di vario genere nell’interesse del territorio. Così come abbiamo fatto nella vicenda del contenzioso Imprepar-Impregilo, in cui, per inerzie passate, eravamo soccombenti e che ci ha consentito di recuperare 5,7 milioni di euro di cui ora beneficiano L’Aquila e gli aquilani”.

Si ricorda che il Comune dell’Aquila è stato certificato nel 2021 terzo in Italia su 109 per capacità di spesa dalla ricerca annuale di Fondazione Etica sul rating pubblico delle città italiane. La Fondazione ha specificato che:

“Si tratta di un indicatore non solo finanziario, ma anche di capacità istituzionale, assai rilevante per l’attuazione del Pnrr”.


Print Friendly and PDF

TAGS