L’Aquila, il 5 settembre al via il cantiere di pavimentazione del Corso: viabilità e tempistiche

di Alessio Ludovici | 31 Agosto 2022 @ 19:21 | ATTUALITA'
pavimentazione
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Conto alla rovescia per il primo lotto del progetto di realizzazione della pavimentazione e nuova illuminazione del Corso. Si parte alle 8.00 del prossimo 5 settembre. A partire da quell’ora – si legge negli avvisi apposti dalla ditta che si è aggiudicata l’appalto – su Corso Vittorio Emanuele II, nel tratto che da piazza Duomo arriva ai Quattro Cantoni, cominceranno le opere di cauterizzazione. I locali vengono invitati a rimuovere tutti i dehor, i tavoli, le sedie e i vasi. Da quanto si apprende dalla tabella cambierà completamente la viabilità pedonale per tutta la durata dei lavori, qualcosa di simile, in termini di soluzioni, a quanto già visto con i cantieri dei sottoservizi. Dai quattro cantoni, per intenderci, si potrà arrivare in piazza Duomo costeggiando la parte sinistra del tratto interessato di lavori. Viceversa, da piazza Duomo, si potranno utilizzare i portici ma solo fino all’incrocio con via Sallustio e da quel punto, per tornare ai quattro cantoni, si girerà attorno all’aggregato del cosiddetto quarto cantone camminando su via Patini. 

Le tempistiche

Da lunedì in particolare cominciano i lavori di recinzione dell’area, opere di predisposizione del cantiere. Questo primo lotto dovrebbe chiudersi il 20 dicembre dopodiché è previsto stop per le festività natalizie in cui non si lavorerà. Le cauterizzazioni, quindi, riprenderanno il 15 febbraio con la partenza, contestuale, di altri due subcantieri: uno dai quattro cantoni in direzione corso stretto e l’altro da piazza Duomo a scendere. 

Una cantierizzazione in più fasi prevista a monte dell’intero intervento per permettere di vivere comunque la città nei periodi di “alta stagione”. Come noto la nuova pavimentazione sarà costituita da basoli di pietra bianca calcarea. Contestualmente alla pavimentazione, verranno realizzate le opere di illuminazione pubblica di corso Federico II e corso Vittorio Emanuele e le progettazioni connesse per armonizzare alla nuova pavimentazione le opere esistenti: tombini, feritoie e giunti. Per l’illuminazione, in particolare, il Comune ha optato per “corpi illuminanti montati al di sotto della gronda”, evitando in questo modo di ingombrare gli spazi che rimangono liberi e utilizzabili. Sono, inoltre, previsti una serie di accorgimenti e dispositivi per il superamento delle barriere architettoniche. Un intervento da oltre 3,7 milioni di euro, aggiudicato nel corso del 2022 alla Rosa Edilizia.


Print Friendly and PDF

TAGS