L’Aquila, il 14 novembre la Barattelli presenta il concerto del Trio di Parma

di Redazione | 12 Novembre 2021 @ 13:13 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Torna il Trio di Parma nel cartellone della Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli” per proseguire il progetto di esecuzione dei “Trii Slavi” articolato in più stagioni concertistiche. Quello in programma domenica 14 novembre all’Auditorium del Parco di L’Aquila, con inizio alle ore 18 è il terzo appuntamento del percorso iniziato nel 2019.

Cosa si intende per “Trii slavi”? Certamente opere per trio d’archi realizzate da compositori appartenenti ad una area geografica molto vasta dell’Europa centrale, che comprende Cechi, Slovacchi, Polacchi, Russi, Ucraini, Serbi, Bulgari, Croati. Autori rappresentativi di popoli molto differenti fra loro per lingue, etnie e tradizioni ma con un senso di identità “slavo” sempre riconoscibile e che, nella musica, si esprime in alcune caratteristiche sonore, ritmiche e timbriche. Lo stesso Franz Joseph Haydn, espressione della tradizione tedesca, in realtà ha un’anima slava nella nascita nel villaggio di Rohrau al confine fra Austria e Slovacchia, ben riconoscibile nel Trio in sol maggiore XV:25 “in the Gyspsy style” che apre il programma del concerto. Ma uno degli autori più rappresentativi è certamente Antonín Dvořák che inserisce nelle sue composizioni tantissimi materiali della sua tradizione popolare. Del compositore di Praga si ascolteranno il Trio n. 2 op 26 e il Trio n. 3 op. 56.

Il Trio di Parma, uno degli ensemble cameristici più prestigiosi in Italia con riconoscimenti importanti anche all’estero, è composto dal violinista Ivan Rabaglia, che suona su un prezioso violino realizzato da Giovanni Battista Guadagnini a Piacenza nel 1744, dal violoncellista Enrico Bronzi, con uno strumento di Vincenzo Panormo costruito a Londra nel 1775 ed il pianista Alberto Miodini. Il Trio si è costituito nel 1990 nella classe di musica da camera di Pierpaolo Maurizzi al Conservatorio “A. Boito” di Parma ed in pochi anni si è imposto sulla scena internazionale con una notevole attività discografica e concerti con i più grandi artisti del mondo. Il trio è impegnato anche a livello didattico nei Conservatori di Novara, Gallarate, al Mozarteum di Salisburgo, alla Chamber Music Academy di Duino e alla Scuola di Musica di Fiesole.

Energia ed intensità emotiva dal dramma alla felicità, ritmi trascinanti, stili di danze e sonorità coinvolgenti, originalità dell’interpretazione: un altro appuntamento con il Trio di Parma da non perdere.


Print Friendly and PDF

TAGS