L’Aquila: figli e figliastri a Coppito nel pasticciaccio di Murata Gigotti

di Redazione | 24 Giugno 2014 @ 16:24 | EDITORIALI
Murata Gigotti
Print Friendly and PDF

di Maria Cattini – C’era da aspettarselo che sarebbe scoppiata la bagarre a suon di carte bollate a Coppito tra la Pro Loco e l’Associazione Coppito nel cuore e nell’anima. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la chiusura dei cancelli al parco pubblico di Murata Gigotti e il diniego allo svolgimento dell’evento “Porte Aperte a Coppito“, organizzato proprio da “Coppito nel Cuore e nell’Anima” dal 26 al 30 giugno, con il Patrocinio del Comune dell’Aquila.

«Si è voluto far passare l’evento come una sagra con arrosticini, birra e vini. Abbuffarsi e ubriacarsi non fa parte del nostro essere, Murata Gigotti è un parco pubblico e per questo aperto a tutti ma soprattutto ai bambini», precisa Giuseppe Romano, presidente dell’Associazione di volontariato “Coppito nel Cuore e nell’Anima” che conta all’attivo 459 soci. «L’altro giorno hanno cercato di impedire l’accesso a una decina di nostri soci –  racconta ancora il presidente -. E’ incredibile che in Comune, unico proprietario del parco pubblico, nessuno abbia una copia delle chiavi di accesso al Parco; ma noi il giorno dell’apertura della manifestazione ci presenteremo con i carabinieri e Striscia la Notizia, se necessario». E conclude: «Noi non ci fermiamo davanti ai soprusi e alla mancanza di trasparenza: il Comune paga alla Proloco 4mila euro di affitto al mese più le utenze di luce, acqua e gas. E il tanto sbandierato Campo Estivo, a pagamento, non è stato neanche autorizzato». Il vice Sindaco Trifuoggi si è detto disponibile a dirimere la questione sollevata dalla Proloco che ha diffuso anche una nota con una richiesta pubblica per «revocare la concessione» per l’utilizzo del parco.

«Il Parco di Murata Gigotti – si legge nella lunga nota diffusa dalla proloco di Coppito e sottoscritta da alcuni membri di diverse associazioni (Pro Loco di CoppitoCentro AnzianiAssociazione Corale L’AquilaCorale 99Coro delle Voci Bianche, Associazione “Una Notte una luce“, Sarte di Murata GigottiScuola di TomboloBiblioteca Comunale, un gruppo di protezione Civile) che operano nel parco e che chiedono di revocare la concessione dello spazio per la manifestazione – è area pubblica e vocata alle attività sociali e culturali che vedono la partecipazione di centinaia di persone provenienti da tutto il comprensorio aquilano e dai comuni limitrofi. La sua vocazione principale è quella relativa ad attività rivolte alla socializzazione e allo svago di bambini e ragazzi, essendo il Parco anche area scolastica con asilo nido (Ape Tau), asilo comunale e scuola elementare. […] Nell’area Parco Verde, la Pro Loco con propri e mezzi e fondi ha realizzato un parco giochi (costo di circa 40 mila euro) dotando tutta l’area di sottoservizi essenziali in caso di calamità, visto che è luogo di accoglienza di Protezione civile gestito dal suo gruppo. […] Gli aderenti all’associazione “Coppito nel Cuore nell’Anima” – conclude la nota diramata dalla proloco di Coppito – hanno luoghi vocati e già utilizzati per le loro feste: piazza Rustici, area del Campo Sportivo e, volendo, anche la struttura “Casa del Trentino con la piazza antistante”. Voler violare un Parco vocato a bambini e ragazzi nel nome di alcool e arrosticini sarebbe dunque un delitto contro la speranza e il futuro». «Si chiede pertanto a chi di dovere di revocare la concessione, anche in virtù del fatto che la stessa amministrazione comunale, una volta compreso l’errore di concedere all’associazione “Coppito nel Cuore e nell’Anima” la disponibilità del Parco per una sorta di sagra, ha ufficialmente offerto in alternativa ai responsabili della stessa l’utilizzo dell’area campo sportivo, da anni inutilizzata per i fini sportivi. Offerta declinata dai dirigenti di “Coppito nel Cuore e nel’Anima” e reiterata dalla stessa amministrazione il 20 giugno scorso».

Il Parco di Murata Gigotti, che è anche area di accoglienza nel Piano di Protezione Civile, è stato oggetto di un intervento importante del Comune dell’Aquila, per 994mila euro provenienti dalla legge Mancia dei deputati del Pd, “Il progetto esecutivo per la riqualificazione  del Parco di Murata Gigotti“. Il progetto riguardava la predisposizione di tutti i sottoservizi, della rete elettrica e wifi e della pubblica illuminazione, la riqualificazione dei muri perimetrali e la relativa messa in sicurezza, il taglio della vegetazione infestante e la realizzazione di un parcheggio di circa mille e 500 metri quadri .

*****

Comune L’Aquila: ok da Giunta a progetto “Estate Ragazzi”
(AGI) – L’Aquila, 24 giu. – Attivita’ estive per bambini e ragazzi, realizzate grazie a una rete di associazioni che collaborano con il Comune dell’Aquila, e la possibilita’ di rimborsi per le spese sostenute, ai fini dell’iscrizione a centri e scuole estive, da famiglie con a carico bambini e ragazzi diversamente abili. Le due iniziative sono state assunte dalla giunta comunale, su proposta deliberativa dell’assessore alle Politiche sociali Emanuela Di Giovambattista. “Nell’ambito delle attivita’ legate al Piano di Zona – ha spiegato l’assessore Di Giovambattista – abbiamo approvato il progetto ‘Estate Ragazzi’, volto a promuovere programmi di carattere aggregativo per bambini e ragazzi, realizzato grazie ad una rete associativa, nata sulla base di un protocollo di intesa, costituita da realta’ attive da anni, che si contraddistinguono per l’ampiezza delle iniziative realizzate sul territorio e per una notevole capacita’ di accoglienza. In particolare – ha proseguito l’assessore – i protagonisti del progetto sono la Pro Loco di Coppito, l’Opera Salesiana dell’Aquila e l’associazione ‘Solidarieta’ Famiglia Onlus – Il camaleonte’, che e svolgeranno le loro attivita’, per tutta l’estate e fino al mese di settembre, rispettivamente, nell’area del Parco di Murata Gigotti, nel complesso di viale San Giovanni Bosco e nella parrocchia di San Pio X al Torrione. Sono previste iniziative di carattere ludico – didattico e sportive, che comprenderanno anche gite e visite guidate alla scoperta del territorio, in un programma molto articolato e pensato proprio per creare luoghi in cui condividere, stare insieme, imparando e divertendosi, dando una risposta concreta a sostegno delle famiglie. Tutte le associazioni coinvolte sono inoltre in grado di mettere a disposizione spazi attrezzati per il gioco e per attivita’ sportive, sale interne, biblioteche, aree verdi e spazi per programmi di musica e intrattenimento rivolti ai piu’ piccoli”. La giunta ha anche stabilito la previsione di un rimborso spese per i costi sostenuti dalle famiglie con a carico minori diversamente abili, ai fini dell’iscrizione a centri e scuole estive. “Sulla base dell’adesione alla Carta Onu per i diritti delle persone diversamente abili, approvata dal Consiglio comunale – ha continuato l’assessore Di Giovambattista – abbiamo voluto favorire la partecipazione dei minori con disabilita’ alle attivita’ delle scuole estive. Proprio in questo periodo, infatti, la carenza di occasioni di socializzazione e svago per questa fascia di minori, determina un maggiore rischio di isolamento e marginalizzazione, oltre che un aggravio del carico assistenziale per le famiglie. Per favorire tale inclusione sociale la giunta ha deliberato la previsione di un parziale rimborso spese per i costi sostenuti, ai fini dell’iscrizione a centri o attivita’ estive organizzate o di un operatore addetto all’assistenza socio educativa del minore. A questo scopo – ha concluso l’assessore – il Comune dell’Aquila si riserva di pubblicare un bando, predisposto sulla base di un disciplinare, che conterra’ criteri e modalita’ di accesso all’erogazione del beneficio”.


Print Friendly and PDF

TAGS