L’Aquila, elezioni: condizioni per par condicio in campagna elettorale

di Redazione | 13 Maggio 2022 @ 13:17 | UTILI
Print Friendly and PDF

Assicurare condizioni minime comuni a tutti i soggetti
Il principio di fondo della cosiddetta par condicio – nel settore della stampa tradizionale e online – si limita ad assicurare condizioni minime comuni a tutti i soggetti politici per l’accesso alla comunicazione politica e pubblicità elettorale – si chiamano messaggi politici elettorali.

Nessuna disposizione particolare disciplina, invece, l’informazione che non ha vincoli diversi rispetto ai periodi ordinari.

La pubblicazione di messaggi politici elettorali
Gli editori di quotidiani e periodici – cartacei e online – devono rendere pubblica la propria disponibilità ad ospitare messaggi politici elettorali a mezzo di un comunicato. (ATTENZIONE: senza questa comunicazione non possono essere pubblicati tali messaggi).

Con Legge 27/12/2013, n. 147 (legge di stabilità 2014) è stata modificata la legge 04 aprile 1956, n. 212. Eliminando la propaganda elettorale indiretta (propaganda effettuata dai cosidetti “fiancheggiatori”). E riducendo il numero degli spazi destinati alla propaganda elettorale diretta, spettanti alle liste che partecipano alle consultazioni.

Il contenuto dei messaggi
In tema di diffusione dei messaggi politici e elettorali su quotidiani e periodici, la legge 28/2000, all’articolo 7, prevede che tale forma di comunicazione politica sia limitata, nel periodo elettorale, alla pubblicazione di:

– annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze e discorsi;

– presentazione dei programmi delle liste, dei gruppi di candidati o di singoli candidati;

– confronto fra più candidati.

Sono vietate altre forme di comunicazione politica. A differenza di quanto accade nel settore radiotelevisivo, per l’editoria è prevista la possibilità di comunicazione politica da parte di singoli candidati.

Riconoscibilità dei messaggi
I messaggi politici elettorali di comunicazione politica devono essere riconoscibili come tali e pubblicati in box chiaramente evidenziati e aventi caratteristiche uniformi per ciascuna testata. Devono anche recare la dicitura “messaggio elettorale” ed indicare il nome del committente del messaggio.


Print Friendly and PDF

TAGS