L’Aquila: disinfezione e sanificazione della città, Asm al lavoro

Boom di accessi per l'app di Protezione civile "Comunicare per proteggere Aq"

di Redazione | 17 Marzo 2020, @02:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Continua a pieno ritmo il lavoro di sanificazione ambientale nei punti nevralgici della città da parte di Asm. Un impegno a tutela della salute pubblica finalizzato al contrasto dei contagi da Covid-19.

Lo rendono noto il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore all’ambiente e protezione civile, Fabrizio Taranta.

Gli interventi riguardano i luoghi abitualmente più frequentati della città come il megaparcheggio di Collemaggio e tutte le altre fermatedegli autobus, dove le operazioni di igienizzazione vengono effettuate anche due volte al giorno.

E poi, naturalmente, le panchine dei parchi cittadini e dei viali, il mercato di piazza d’Armi, l’area parcheggio di Madonna Fore, i parchi giochi dei bambini, la fontana luminosa, piazza Duomo, e così via fino ad una copertura totale dell’intero territorio.

Una particolare attenzione è rivolta anche alle aree dei supermercati con la sanificazione dei carrelli e, se richiesto dalla proprietà, anche dell’intera area circostante.

“Un’azione di sanificazione che mira ad igienizzare tutte quelle aree pubbliche maggiormente esposte ad un eventuale contatto diretto e promiscuo da parte dei cittadini, ai quali, comunque, rivolgiamo sempre la raccomandazione di uscire di casa il meno possibile e solo se estremamente necessario”, hanno dichiarato sindaco e assessore.

“Un lavoro egregio, svolto dai nostri operatori dell’Asm – ai quali va il nostro ringraziamento e tutta la nostra gratitudine – che in questo difficile momento, seppur dotati dei necessari dispositivi di sicurezza, stanno portando a compimento un’attività certamente non facile”.

Intanto è boom di accessi in quest’ultima settimana per l’applicazione di comunicazione integrata di Protezione civile del Comune dell’Aquila ‘Comunicare Per Proteggere Aq’, che ha registrato un +74 per cento di contatti.

“È ciò che speravamo – riferisce Taranta – Si tratta, infatti, di uno strumento molto utile per la cittadinanza, che permette una comunicazione immediata ed efficiente in qualunque fase di prevenzione, emergenza e post-evento ed è soprattutto basata su dati provenienti da fonti ufficiali, che mette al riparo i cittadini dalla marea di falsa informazione che circola sui vari social”.

L’applicativo, realizzato dalla giovane start up aquilana Cleverbit Srl, consiste in una piattaforma di comunicazione, costituita da un centro di controllo web e da un’applicazione per dispositivi mobili Android e iOS che si può facilmente scaricare gratuitamente sui vari store online.

Finora l’attenzione era tarata solo su un certo tipo di ‘emergenza’: terremoti, alluvioni, frane, solo per citare alcuni esempi di cui si è già avuto terribile esempio sul territorio. Nonostante ciò, il Comune si è subito attivato affinché l’applicazione rispondesse in tempo reale, attraverso il monitoraggio dei flussi e la divulgazione delle informazioni ufficiali in tempo reale.

Il progetto, in questa fase emergenziale, è stato allargato anche a tutti i Comuni della provincia che ne fanno richiesta e che sta già registrando le prime adesioni.

Nei prossimo giorni saranno resi noti, nel dettaglio, i singoli interventi.


Print Friendly and PDF

TAGS