L’Aquila, controlli e sequestri della Guardia di Finanza alla Fiera dell’Epifania

Marchi contraffatti e lavoratori in nero

di Redazione | 06 Gennaio 2024 @ 08:21 | ATTUALITA'
FIERA-EPIFANIA-
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Centinaia di commercianti autorizzati, provenienti da ogni parte d’Italia, hanno preso parte, con l’allestimento di 240 banchi, al grande e festoso mercato della Fiera dell’Epifania che ha animato le principali vie del centro cittadino, visitate da oltre 30.000 persone. Numeri che, da soli, danno l’idea dell’importante coinvolgimento della città e delle Istituzioni, che hanno organizzato l’evento, impegno per il quale, anche quest’anno la Guardia di Finanza ha messo in campo numerosi uomini come da disposizioni della locale Prefettura.

Una ventina i militari del Gruppo di L’Aquila, coordinati dal Ten. Col Luca Lauro, impegnati fin dalle prime ore della mattinata odierna nei servizi di ordine e sicurezza pubblica e in controlli in tutte le zone del centro. L’attività posta in essere è stata finalizzata alla repressione dei principali illeciti economico-finanziari, con particolare attenzione alla verifica dell’osservanza degli obblighi di rilascio della documentazione fiscale, al contrasto del lavoro irregolare e dell’abusivismo commerciale, in particolare alla vendita di merce contraffatta.

I controlli hanno interessato tutta l’area della Fiera dell’Epifania, dove sono stati eseguiti mirati e ripetuti interventi che hanno portato i finanzieri di L’Aquila all’accertamento di violazioni per la mancata emissione del documento fiscale, al sequestro di centinaia di capi di abbigliamento, alcuni dei quali recanti marchi contraffatti (CHANEL, NIKE, ARMANI, HERMES), posti in vendita da commercianti ambulanti abusivi. Nel corso dei controlli sono stati, altresì, individuati una decina di lavoratori irregolari o in “nero”. La specifica azione ispettiva posta in essere dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di L’Aquila ha, da una parte contribuito alla tutela dell’ordine e sicurezza pubblica, e, dall’altra, al contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione di marchi a tutela degli operatori economici regolari.


Print Friendly and PDF

TAGS