L’Aquila, consegna diplomi allievi CSC e Honoris causa a Purgatori

di Redazione | 14 Dicembre 2021 @ 11:43 | CULTURA
diplomi Andrea Purgatori
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –   Il 20 dicembre 2021 alle ore 10.30 nella sala Ipogea del Palazzo dell’Emiciclo, a L’Aquila, si svolgerà la cerimonia di diploma degli allievi del corso di Reportage audiovisivo della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia con la consegna del diploma Honoris causa al giornalista, sceneggiatore e autore tv Andrea Purgatori, alla presenza dei rappresentanti del CSC: Marta Donzelli, presidente, Monica Cipriani, direttrice generale, Adriano De Santis, preside, Daniele Segre, regista e direttore didattico del corso. Dopo Gianfranco Rosi, Daniele Segre, Carlo Bonini e Giuliano Foschini, la sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia è lieta di conferire il diploma honoris causa a Andrea Purgatori, costantemente impegnato, anche come autore e conduttore televisivo, nel sensibilizzare l’opinione pubblica sull’attualità e sulle vicende nazionali e internazionali di maggiore rilievo, attraverso la lente dell’inchiesta.

Nella stessa mattinata verrà aperta al pubblico la mostra Almeno seicento metri sopra al mare realizzata dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Abruzzo, in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Scienze Umane. L’allestimento, in oltre 300 fotografie e pannelli tematici, descrive la montagna abruzzese, in particolare il territorio del Sirente Velino. Docenti e studenti hanno incontrato e intervistato cittadini, operatori economici e sociali, istituzioni, per raccogliere, soprattutto tramite interviste faccia-a-faccia, dati e informazioni per l’analisi scientifica e, contestualmente, per realizzare produzioni fotografiche, radiofoniche e audiovisive. I focus gravitano su alcuni macro temi: la vita in montagna, tra passato e futuro, le attività della montagna anche nell’emergenza pandemica, la sicurezza e le risorse della montagna. Obiettivo dell’azione è stimolare il dibattito pubblico sull’importanza di conoscere e comprendere la montagna al di là degli stereotipi e dei luoghi comuni che spesso la accompagnano. La mostra è concepita come uno sperimentale dialogo tra il linguaggio della ricerca scientifica e i linguaggi dell’audio-visivo: i reportage fotografici realizzati dagli allievi della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia si alternano con gli approfondimenti del gruppo di lavoro del Laboratorio Cartolab. 

Per partecipare alla cerimonia è necessario prenotarsi, entro il 16 dicembre, scrivendo a [email protected] e essere muniti di “super green pass”


Print Friendly and PDF

TAGS