L’Aquila, BenEssere al centro: il buonumore torna ad animare la città

Formazione, buonumore e idee di impresa per la ricostruzione sociale e culturale

di Redazione | 24 Luglio 2020 @ 17:51 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – BenEssere al centro, un progetto finanziato dai fondi RESTART SVILUPPO DELLE POTENZIALITA’ CULTURALI PER L’ATTRATTIVITA’ TURISTICA DEL CRATERE (metti tutto minuscolo!) che vede come capofila l’Associazione Brucaliffo in partenariato con l’Associazione Atelier Kontempo’raneo, la Libera Pupazzeria, Piripù Giochi e Parole e l’Università degli Studi dell’Aquila.

Oggi si è conclusa la formazione che, causa dell’emergenza sanitaria, si è svolta in gran parte online e che ha coinvolto 10 giovani motivati e curiosi. La formazione è stata a tutto tondo: dall’analisi del territorio alla progettazione culturale, dall’idea di impresa culturale alla pianificazione di una campagna di comunicazione sui social media. Gli insegnanti sono stati: il prof. Alessandro Vaccarelli, la dott.ssa Nicoletta Di Genova, la prof.ssa Silvia Nanni dell’Università dell’Aquila, la dott.ssa Stefania Ziglio, esperta in progettazione, Elisa e Valentina di Piripù giochi e parole, la dott.ssa Silvia Santucci giornalista e esperta di comunicazione social.

Inizia proprio oggi la seconda fase del progetto che prevede l’organizzazione di 16 piccoli eventi in centro storico per andare poi a mappare gli esercizi commerciali con “il naso rosso” (sostenitori del progetto). Ad ottobre sarà presenta la mappa del buonumore: cosa sarà e come usarla è una sorpresa che per ora non sveleremo, ma da quel momento ci saranno giochi e sorrisi per bambini di tutte le età! Quest’anno purtroppo non ci sarà la Maratona del Buonumore dei clown in corsia dell’associazione Brucaliffo che sarebbe arrivata alla sua VII edizione. È per questo che si stanno organizzando attività divertenti per colorare il centro storico della città e popolarlo anche quest’anno di tanti nasi rossi!

Il progetto terminerà a dicembre con un convegno organizzato dall’Università dell’Aquila quando presenteremo i risultati di quanto realizzato e porremmo le basi per costruire nuovi progetti per la città.

Oggi  si chiude la prima fase. Le congratulazioni vanno ai ragazzi che hanno frequentato il corso e perseguito un importante obiettivo formativo e che sono entrati nella rete di relazioni necessarie a costruire un tessuto sociale pronto a d accogliere e far crescere idee culturali innovative e sostenibili.


Print Friendly and PDF

TAGS