L’Aquila, arrivano le telecamere di ‘Paesi che vai’

Da domani mercoledì 27 la troupe del programma condotto da Livio Leonardi saranno in città per quattro giorni

di Redazione | 26 Aprile 2022 @ 12:41 | CULTURA
livio leo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA. Le telecamere dello storico programma di Rai1 “Paesi che vai” saranno per quattro giorni all’Aquila. Circondata dalle imponenti cime del Gran Sasso e del Velino, la città dell’Aquila trionfa con i suoi tetti rossi e guglie affusolate, al centro della conca aquilana. Gli splendori di città medievale, si riconoscono tutt’oggi nel fiero panorama, che nelle notti limpide si accende confondendosi con il cielo stellato d’alta quota. Nata da un’ideale di libertà, l’antica Aquila, è da sempre portavoce di equità e democrazia, sin dalla sua divisione in Quarti, che i castellani fondatori dotarono di piazze, chiese e fontane proprie. Seguendo le rime del poeta medievale Buccio di Ranallo, lo storico programma di Rai 1, in onda la domenica dalle 9.40 alle 10.30, patrocinato dal MiC, ideato e condotto da Livio Leonardi, andrà alla scopertà dei “quarti aquilani” conducendo il pubblico in un immaginifico viaggio dal medioevo al risorgimento. Livio Leonardi – insignito proprio per questi motivi di importanti riconoscimenti quali la Medaglia d’Oro della Società Dante Alighieri per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo – catturerà gli spettatori narrando di come L’Aquila divenna terra prediletta di Santi che la scelsero per fondare qui centri spirituali, meta di grandi pellegrinaggi. Il racconto ripercorrerà i miti e le leggende legate ai miracoli che qui ebbero luogo, per  poi dare spazio alle intricate vicende nobiliari che ne condizionarono i governi e i commerci, prima nel rinascimento, e poi, dopo le dominazioni spagnole e francesi, nel rivoluzionario spirito di rivalsa, che portò all’Unità di Italia. Non è tutto: sempre con Livio Leonardi – vincitore del Premio Internazionale “Visioni” della Fondazione (Agnelli) Civita di Bagnoregio – dalla conca aquilana si risalirà verso l’alto, alla scoperta di uno dei parchi più grandi d’Italia: ben 150mila ettari di biodiversità, nella perfetta comunione fra natura e presenza umana. 

Le telecamere di Rai 1 incomincerà le riprese domani, mercoledì 27 alle 9,30 a piazza Duomo. Si soffermeranno sulla Chiesa delle Anime Sante e una serie di palazzi, con ricostruzioni storiche. Sempre domani, la troupe si sposterà a San Marciano e Nicandro, palazzo Persichetti, i portici, la chiesa di San Bernardino.

Giovedì 28 sarà invece a Collemaggio, alla fontana delle 99 Cannelle, palazzo Dragonetti, palazzo Pica Alfieri.

Venerdì 29 al palazzetto dei Nobili e a palazzo Cipolloni-Cannella.
Si parlerà della storia dell’Aquila, delle sue caratteristiche artistiche e architettoniche, delle peculiarità culinarie, dei prodotti tipici tra cui lo zafferano dop dell’Aquila. 

Il programma, condotto da Livio Leonardi, è da sempre incentrato sul racconto del territorio declinato nei suoi molteplici aspetti e risorse: la storia, l’arte, l’architettura, i siti archeologici, i monumenti, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi popolari, l’ambiente, le risorse naturali, le specialità enogastronomiche, le peculiarità dell’ingegno e del talento italiano. 

L’arrivo della troupe di Rai 1 è stata preceduta dal consueto lavoro organizzativo dell’intera macchina amministrativa comunale, compresa la società partecipata Asm che ha contribuito a pulire gli spazi pubblici.


Print Friendly and PDF

TAGS