L’Aquila, Aeroporto dei Parchi: vola via anche il socio della X-Press

di Redazione | 10 Febbraio 2014 @ 13:16 | EDITORIALI
aeroporto dei parchi
Print Friendly and PDF

di Maria Cattini – “In tutti questi mesi, non sono mai stato chiamato dal sig. Musarella per avere chiarimenti e rassicurazioni sia nel merito della gestione sia per le tante turbolenze amministrative che si sono abbattute sullo scalo aquilano. Tutte le notizie le ho dovute apprendere dalla stampa, comprese quelle riguardanti  le assunzioni di 60 persone con il bando regionale Lavorare in Abruzo3” . Così  Amato De Santis, firmatario insieme alla XPress della convenzione ventennale per la gestione dell’Aeroporto dei Parchi, giustifica la sua intenzione di mettere la parola fine a questa tormentata vicenda.

Le testate giornalistiche locali, infatti,  sono ancora impegnate a inseguire le innumerevoli e spesso contraddittorie dichiarazioni riguardanti il futuro dell’aeroporto “inaugurato”, così si vuol far credere, solo due mesi fa. Da allora nessuno ha più visto l’ombra di un aereo decollare dallo scalo di Preturo. Ecco perché anche la Confindustria ho cominciato a esprimere le sue condivisibili riserve. Mentre gli artigiani della Cna continuano fiduciosi a immaginare, condizioni climatiche permettendo, le caciotte nostrane volare nei cieli d’Italia, il sindaco Cialente ha trovato il tempo di lanciare l’ennesima boutade del referendum consultivo tra i cittadini. Non poteva immaginare, il nostro sindaco, che il primo “no” all’aeroporto arrivasse come una pugnalata nella schiena proprio dalla Innovative Solution Italy Consorzio. La decisone di abbandonare al suo destino la X-Press è un altro inquietante segnale che getta pesanti ombre sulla solidità del progetto “strategico” dell’Aeroporto dei Parchi “Giuliana Tamburro” di Preturo.

La Innovative Solution Italy Consorzio, infatti, è il socio al 35% nell’Associazione temporanea di imprese che ha come capogruppo la X-Press Srl, firmataria della convenzione ventennale con il Comune dell’Aquila per l’affidamento del “Complesso aeroportuale dei Parchi”.

Della Innovative, in realtà, se ne è parlato poco con riferimento alla vicenda dell’Aeroporto.

“Siamo stati noi i promotori della partecipazione alla gara- rivela oggi  De Santis- abbiamo coinvolto noi la X-Press convinti che avesse il know-how necessario per gestire questo progetto. E ora ci troviamo tagliati fuori da qualsiasi decisione pur avendo investito nel presidio antincendio aeroportuale di nostra proprietà di cui la X-Press ha usufruito fino ad ora. Addirittura da settembre non riesco più a parlare con Musarella neanche al telefono – ha continuato De Santis, – e allora mi sono visto costretto a dare mandato al nostro legale, con una lettera del 27 gennaio, per tutelare gli interessi della Innovative. Ormai è chiaro che Musarella ha gestito e operato senza coinvolgerci e pertanto abbiamo chiesto di uscire dalla convenzione sottoscritta in data 10 luglio 2012 con il Comune”.


Print Friendly and PDF

TAGS