L’Aquila, addio a Beniamino Manetta

Aggiornamento - Cordoglio del PD L'Aquila

di Redazione | 27 Novembre 2023 @ 15:19 | ATTUALITA'
beniamino manetta
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il capoluogo piange la scomparsa di Beniamino Manetta.

“Ci ha lasciato oggi Beniamino Manetta – il saluto di Pierpaolo Pietrucci – grande giocatore di rugby, professionista stimato, uomo colto, di sinistra e dal pensiero mai banale sulle evoluzioni della società. Emblema dell’quilanità e del rugby aquilano, fatto di cuore, generosità e povertà caratteristiche che hanno fatto di questo sport (il nostro sport) un’icona aquilana, riconosciuta e apprezzata a livello italiano ed europeo. Voglio ricordarlo pubblicando il link di questa intervista che Beniamino rilasciò a L’Unità nel 1989 su L’Aquila Rugby https://archivio.unita.news/assets/main/1989/02/11/page_026.pdf 

“Conservo di lui tutti i più bei ricordi sui campi di rugby, quelli di via Paganica 3 da militante appassionato del PCI e del Circoletto di cui fu un animatore infaticabile e dove passavamo serate indimenticabili con l’”Africano”, Spartaco Seccia, Gigetto Rotondi, Sergio Tobia e tanti altri compagni che, a noi giovanissimi, ci volevano bene come figli e ci educavano alla crescita migliore. Ciao compagno Benjamin. Un abbraccio forte forte ad Agostino e a tutta la famiglia.”

Cordoglio del PD L’Aquila

Il Partito Democratico dell’Aquila piange la scomparsa di Beniamino Manetta, emblema dell’aquilanità, un pezzo di storia della nostra città.

Pilone dei due scudetti dell’Aquila rugby nel 1967 e 1969, stimato professionista, Beniamino non fece mai mancare il suo impegno sociale e politico.

Uomo di sinistra, colto e dal pensiero mai banale sulle evoluzioni della società, è stato un modello per generazioni di giovani aquilani che, grazie a lui, si sono avvicinati alla politica. È stata questa la sua dote più straordinaria: riuscire a rapportarsi con i ragazzi, sia in politica che sul campo da rugby dove fece da chioccia a campioni che continuarono a scrivere la gloriosa storia neroverde.

Per questo, il compagno Beniamino non verrà mai dimenticato.

Un abbraccio sincero ai suoi cari, alla moglie Olga, ai figli Olinka e Agostino, al nipote Riccardo.


Print Friendly and PDF

TAGS