Lama dei Peligni, chiarimenti alla Regione in merito al bando borghi

di Redazione | 14 Marzo 2022 @ 12:32 | ATTUALITA'
Lama
Print Friendly and PDF

LAMA DEI PELIGNI  –  Il comune di Lama dei Peligni chiede chiarimenti in merito alla graduatoria del Bando PNRR – MIC3 – “Turismo e Cultura”- Intervento 2.1 Linea A, che vede al primo posto il Comune di Calascio (con 80 punti) e al secondo quello di Lama dei Peligni (che ha ottenuto 77 punti). Calascio si aggiudica così un finanziamento di 20 milioni di euro destinato alla “Rigenerazione dei piccoli borghi culturali, del patrimonio culturale e religioso rurale”.

All’esito della graduatoria, il sindaco di Lama dei Peligni, Tiziana Di Renzo, chiede di chiarire la modalità di valutazione delle strategie progettuali che hanno ottenuto una differenza di punteggio esigua. Così, con l’istanza del 12 marzo 2022 inviata – tra gli altri – al Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini domanda di sottoporre i progetti di Calascio e di Lama dei Peligni a una ulteriore valutazione da parte del Ministero della Cultura, e nello specifico la conformità agli articoli 9 e 10 dell’Avviso Pubblico che stabiliscono i beni oggetto degli interventi e le spese ammissibili e pertanto finanziabili.

Il progetto “Lama EcoCult” presentato dal Comune di Lama dei Peligni ha ottenuto un risultato che ci gratifica e rende pienamente soddisfatti del lavoro svolto. Da rappresentante della comunità lamese ho il dovere di chiedere chiarimenti su come sia avvenuta la valutazione dei progetti che ha portato, di fatto, e per pochi punti di differenza, all’esclusione del borgo che amministro dall’aggiudicarsi il finanziamento di 20 milioni di euro” – dichiara il Sindaco di Lama dei Peligni, Tiziana Di Renzo“Con l’istanza che ho rivolto al Ministero della Cultura chiedo di esaminare i due progetti al fine di valutare la fondatezza di alcune perplessità esposte, senza pregiudicare l’iter del finanziamento, sapendo quanto sia importante per l’intera Regione lo slancio di attrattività culturale e turistica che con questo finanziamento possono ricevere”


Print Friendly and PDF

TAGS