L’acciaio per il Ponte Belvedere è ancora in Ucraina

di Redazione | 12 Luglio 2022 @ 08:29 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’acciaio per il ponte Belvedere è ancora in Ucraina, o in Russia. Lo spiega Raniero Pizzi per il Centro di oggi, edizione dell’Aquila. La materia prima, si spiega sul Centro, arriva quasi tutta dalla Cina ma ha proprio nelle acciaierie e nei porti ucraini uno degli snodi fondamentali del mercato. Acciaierie coinvolte pienamente nel conflitto bellico in corso. A pesare potrebbe essere anche il prezzo delle materie prime. 

L’Ati che deve costruire il nuovo Ponte Belvedere, composta dalla Taddei Spa e dalla To.Di.Ma Srl, si sta attrezzando per far fronte al problema. Un problema risolvibile, spiegano le aziende al quotidiano abruzzese, in attesa che il progetto esecutivo termini il suo iter burocratico. Secondo Marino Serpetti, della Todima, non appena arriverà il via libera definitivo si potrà comunque partire con i lavori di fondazione del nuovo ponte.


Print Friendly and PDF

TAGS