L’abruzzese Enzo Trulli trionfa nella Formula 4 UAE

di Stefano Nicoli

di Redazione | 13 Marzo 2021 @ 07:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Ha dovuto lottare strenuamente fino all’ultimo metro per conquistare il titolo nel campionato di Formula 4 degli Emirati Arabi Uniti, ma alla fine Enzo Trulli ce l’ha fatta.

Il giovanissimo abruzzese, 16 anni ancora da compiere, ha centrato il successo assoluto nella difficile e combattuta serie araba grazie al terzo posto ottenuto in occasione dell’ultimo appuntamento stagionale.

A rendere particolarmente difficile la vita al pilota pescarese è stato soprattutto l’olandese Dilano Van’t Hoof, fino alla fine capace di mettere pressione a un figlio d’arte che sembra avere iniziato nel miglior dei modi la propria carriera.

L’erede di Jarno, ex pilota di Formula 1 in grado di conquistare la vittoria nel prestigioso Gran Premio di Monte-Carlo, se l’è dovuta vedere con il rivale per tutto l’arco del campionato: Van’t Hoof si è rivelato avversario coriaceo, ed Enzo Trulli ha dovuto dare fondo a tutto il proprio talento per avere la meglio sull’olandese.

Decisive per l’assegnazione del titolo sono state le quattro gare andate in scena sul circuito di Dubai, teatro dell’ultimo appuntamento stagionale del campionato di Formula 4 UAE. Le cose, per il figlio d’arte abruzzese, sembravano essersi messe per il meglio al termine della prima corsa: Enzo Trulli in Gara-1 è infatti riuscito ad agguantare una 2^ posizione che gli ha permesso di guadagnare punti preziosi sul diretto rivale per il titolo, giunto 8° e autore di una prestazione tutt’altro che brillante. L’esito della lotta per il campionato è però tornato di nuovo incerto a seguito di Gara-2, quella che il giovane pescarese non è riuscito a disputare per via di un problema a una sospensione: il forfait di Trulli ha infatti fornito a Van’t Hoof l’assist per accorciare sul pilota abruzzese, con l’olandese che però non è riuscito a sfruttare al meglio questa opportunità venendo costretto ad accontentarsi di una 7^ piazza che poco ha aiutato nel suo tentativo di rimonta. Van’t Hoof ha avuto però tra le mani un’altra occasione per ricucire il gap che lo separava da Enzo Trulli. Il giovane pescarese è stato infatti autore di una partenza infelice allo spegnimento dei semafori di Gara-3, e mentre l’olandese si involava verso un 2° posto dai punti pesanti il talento abruzzese doveva districarsi a centro gruppo stando bene attento a non rimanere coinvolto in contatti o incidenti.

La 4^ posizione con cui Enzo Trulli ha concluso la terza corsa del weekend ha tamponato l’emorragia di punti, ma come nel migliore dei romanzi thriller è stata la quarta ed ultima gara del fine settimana a rivelarsi decisiva per l’assegnazione del titolo. Una partenza convulsa e una concitata ripartenza da Safety Car hanno aggiunto ulteriore incertezza alla battaglia per il titolo, ma Enzo Trulli è stato abilissimo nel mantenere il proprio sangue freddo e nel non farsi intimorire dal prepotente ritorno di Dilano Van’t Hoof: i due, rispettivamente al 3° e 4° posto in classifica, si sono sfidati a colpi di giri veloci nella seconda metà della corsa, ma nonostante i suoi disperati tentativi l’olandese non è mai riuscito a indurre in errore il giovane abruzzese, laureatosi dunque campione della serie con una sola lunghezza di vantaggio nei confronti del diretto rivale.

“La Formula 4 UAE è stata un’esperienza davvero fantastica” – ha dichiarato Enzo Trulli una volta conquistato il titolo – “Poter correre così spesso e contro avversari di alto livello è stata la scintilla che mi ha spinto a trovare i miei limiti e a cercare di superarli giorno dopo giorno”. “Quest’anno i miei rivali erano molto veloci, e sono sicuro che tutti loro avranno successo nei campionati nazionali in cui decideranno di correre”, ha infine concluso il giovane abruzzese prima di lasciarsi andare ai meritati festeggiamenti.


Print Friendly and PDF

TAGS