La selezione di opere di Re Place selezionata per il Convegno “Invisible Reconstruction” in Giappone

di Redazione | 30 Agosto 2021 @ 19:22 | EVENTI
Re place dell'associazione amici dei musei d'Abruzzo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il 1° settembre si terrà a Kyoto il Convegno Internazionale “Invisible Reconstruction” organizzato dall’University College of London, dall’Università di Sassari, dalla Ritsumeikan University e dall’Università dell’Aquila, fruibile on line causa Covid. Il prestigioso simposio è nato con lo scopo di proporre risposte interdisciplinari nei contesti che hanno subìto disastri naturali, biologici o causati dall’uomo. Suddiviso in 5 sessioni che spaziano dall’ambito sociale a quello artistico, da quello educativo al tecnologico, il convegno vede la partecipazione di importanti nomi della ricerca internazionale che daranno il proprio contributo sui temi della ricostruzione materiale e immateriale dopo una catastrofe. A far parte dei contributi del Convegno è stata selezionata anche l’iniziativa di Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo intitolata Re_Place, ideata nel 2010 da Germana Galli per creare, nello scenario urbano in ricostruzione della città dell’Aquila, spazi per pratiche artistiche condivise, attraverso l’arte contemporanea.

A presentare l’iniziativa sarà la museologa Antonella Muzi che ha curato alcune delle edizioni di Re_Place e che così precisa “per noi è motivo di orgoglio che il Comitato Scientifico del Convegno abbia selezionato l’esperienza di Re_Place tra quelle che rappresentano al meglio, nel panorama internazionale, le opportunità di reazione ad una catastrofe. L’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo da sempre cerca di veicolare, attraverso la creatività contemporanea, contenuti educativi anche per promuovere il benessere sociale”. Su questo fronte l’Associazione sta collaborando al progetto pluriennale “Nuovi spazi per Emozionarci” (progetto selezionato da ‘Con i Bambini’ nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile) ed è prossima alla presentazione di un nuovo progetto come spiega ancora Antonella Muzi “è pronto al lancio il progetto RADART Ricerca e Disseminazione Arte con cui metteremo in relazione il mondo della ricerca accademica sui temi della creatività contemporanea con quello della gente comune, delle imprese, dei territori, progetto che ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Cultura”.

L’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo è nata nel 2005 con l’obiettivo di veicolare la conoscenza delle realtà museali e culturali del territorio ma anche per diffondere l’immagine di una regione in evoluzione, attenta alle spinte culturali passate e contemporanee, in un orizzonte vasto che include l’ambiente, la produttività consapevole, l’innovazione, la formazione lungo tutto l’arco della vita, la ricerca. Oltre alla pubblicazione del magazine gratuito MU6, nato nel 2006 da un’idea di Germana Galli, l’Associazione ha dato vita a varie esperienze creative: mostre, progetti educativi, giornate di studi, interventi d’artista tra i quali la performance Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto diventata poi, nel 2019, una grande installazione permanente a L’Aquila, nello spazio antistante l’Auditorium progettato da Renzo Piano nel Parco del Castello.

Per consultare tutte le edizioni di Re_Place, per la galleria fotografica, e le iniziative di Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo www.rivistamu6.it

Per partecipare al Convegno www.invisiblereconstruction.com


Print Friendly and PDF

TAGS