La segnalazione. Dissuasori di sosta, sì ma come?

di Alessio Ludovici | 03 Maggio 2021 @ 06:25 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Diversi cittadini ci segnalano da tempo la presenza di dissuasori in alcune zone del centro, non si sa bene quale sia il criterio però affinché possano essere installati. E d’altro canto c’è chi ci ha provato e non ci è riuscito. 

I dissuasori servono sostanzialmente a delimitare zone al traffico o alla sosta, possono essere pali, paletti, anche fioriere come spesso capita per gli esercizi pubblici ed è l’ente titolare della strada ad autorizzarle.  Sovente si usano però anche delimitare uno spazio privato non commerciale, un passo carrabile, un posto auto riservato ad un disabile anche in taluni casi l’accesso stesso alla propria abitazione per particolari motivi.

Piazze e vie del centro sono ovviamente di proprietà del Comune. E’ quindi con ordinanza del sindaco che si autorizza l’installazione dei dissuasori immaginiamo. Per arrivare all’ordinanza occorre ovviamente giustificare il motivo per cui si richiede l’installazione del dissuasore così come il tipo dissuasore che verrà installato. Ora però non è chiaro a chi bisogna rivolgersi in Comune, se ai vigili, alle opere pubbliche, né quali requisiti si debba possedere, né quanto si debba pagare di occupazione di suolo pubblico. Con il ritorno, costante, di abitanti e attività in centro, con la sosta selvaggia che in certe giornata preclude anche l’accesso alla propria abitazione, servirebbero dei chiarimenti da parte del Comune in merito. 


Print Friendly and PDF

TAGS