La rassegna itinerante “Le Capitali Celestiniane” della Fondazione Carispaq farà tappa a Ferentino

Con il racconto musicale “Il perdono nutre il mondo”

di Redazione | 25 Giugno 2024 @ 12:13 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La rassegna itinerante “LE CAPITALI CELESTINIANE DELLA PACE VERSO IL GIUBILEO”, farà tappa domani 26 giugno, alle ore 21, al Duomo di Ferentino (FR) con il racconto musicato “Il Perdono nutre il mondo”.

L’ iniziativa promossa dalla Fondazione Carispaq per celebrare l’eredità di Celestino V e il suo messaggio di pace e spiritualità, dopo il successo ottenuto ad Isernia tocca un’altra città legata alla figura dell’eremita del Morrone grazie alla collaborazione e condivisione del progetto da parte dell’amministrazione comunale di Ferentino nel Lazio. 

“Prosegue il cammino del progetto ‘Le Capitali celestiniane della pace verso il Giubileo’ fortemente voluto ed organizzato dalla Fondazione Carispaq – dichiara il Presidente Domenico Taglieri – la tappa di domani a Ferentino è particolarmente significativa perché unisce, nel nome di Celestino V, territori e comunità fortemente legate a questa figura e al suo messaggio di Perdono che è poi quello raccolto dalla Chiesa con l’indizione del Giubileo che ci accingiamo a celebrare di nuovo dopo oltre sette secoli”.

Per la pianista, ideatrice e direttrice artistica dello spettacolo “Il Perdono nutre il Mondo”  Sara Cecala“Questo secondo appuntamento, condiviso con l’amministrazione comunale di Ferentino che ringraziamo per aver aderito con entusiasmo all’iniziativa, era tra i desiderata per il tour estivo giacché ci esibiremo in occasione dei 916 anni della edificazione del Duomo dove è custodita la reliquia del Cuore di Celestino V, a pochi passi dal Monastero di Sant’Antonio Abate, luogo di prima sepoltura del Santo eremitafino al 1327”. 

Con Angelo De Nicola e la sua coinvolgente narrazione, il cantastorie Germano D’Aurelio (alias ‘Nduccio) che regalerà al pubblico alcune sue intime riflessioni sulla figura del Papa del Perdono, si esibiranno al violino Stefano Scolletta, alla fisarmonica Lorenzo Scolletta e al violoncello Giancarlo Giannangeli, col il mio contributo al pianoforte

Ad impreziosire lo spettacolo ci sarà Libera Candida D’Aurelio, magnifica interprete di “ Ecco son qua” e “Il Perdono”, canti di cui ho curato il testo e la musica che auspichiamo troveranno riscontro nel pubblico, assieme alle composizioni  originali  di Emanuele Castellano”. A luglio, il 22, torneremo ad esibirci in Abruzzo con la serata di Sulmona all’interno del calendario della Giostra d’Europa per la Pace. Interverranno per i saluti istituzionali il sindaco Piergianni Fiorletta, i parroci Don Giuseppe Principali e Slawomir Paska e per l’Accademia di Celestino V Biancamaria Valeri.

Per info: ass.operaprima@gmail.com


Print Friendly and PDF

TAGS