La prima e vera Perdonanza moderna del 1983 in un video dell’epoca

di Redazione | 26 Agosto 2023 @ 05:20 | PERDONANZA
Perdonanza 1983
Print Friendly and PDF

Nell’ambito del convegno Nel suo intervento“L’Aquila, capitale del perdono” che si è tenuto ieri a L’Aquila, Don Daniele Pinton, Direttore dell’ISSR Fides et Ratio a L’Aquila, ha ripercorso la storia recente della Perdonanza negli ultimi quarant’anni, dal 1983 al 2023.

Con sorpresa e commozione è stata proiettata una vera chicca: un video di alcuni minuti che faceva scorrere le immagini del corteo e delle celebrazioni della Perdonanza del 1983, la prima vera e propria Perdonanza della storia moderna. L’organizzazione di quell’evento, grazie alle fatiche di personaggi del calibro di De Rubeis, Centofanti e P. Quirinio, fu un’impresa colossale realizzata in poco più di due mesi: fino al 1982, infatti, la Perdonanza Celestiniana aveva perso il suo entusiasmo e il suo afflato celebrativo. Alla fine non c’era quasi più nulla ed interessava solo un piccolo gruppo di fedeli: unico momento caratteristico, i clacson delle macchine durante la benedizione, come eco lontana dei campanacci delle pecore che i pastori facevano risuonare. Un fatto strategico fu la costituzione nel 16 giugno 1982 dell’associazione “Centro internazionale di Studi Celestiniani”, con il fine di promuovere la spiritualità e le manifestazioni – in primis la Perdonanza – di Pietro Celestino in Italia e all’estero. Da quel momento fu un crescendo di importanza e di progressivi aggiustamenti, con cambi di percorso, comparsa di abiti medievali, e l’introduzione di figuranti come il Giovin signore e la Dama della bolla. Il Centro poi organizzò nove convegni dal 1984 a 1994 – il primo organizzato da Raoul Manselli – con l’annuncio nel 1987 da parte dello storico e presidente della Deputazione abruzzese di Storia patria Walter Capezzali del “Corpus Coelestinianum”. Oggi la città dell’Aquila è chiamata a raccogliere questa preziosa eredità storica e pastorale.


Print Friendly and PDF

TAGS