La materia oscura e un concorso per le scuole

Le secondarie di primo grado dell’aquilano coinvolte nell’organizzazione della Conferenza Internazionale sulla Fisica della Materia Oscura che si terrà per la prima volta all’Aquila nel 2024

di Redazione | 25 Gennaio 2023 @ 11:37 | EVENTI
Materia oscura
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sono iniziati in questi giorni gli incontri con le scuole secondarie di primo grado che hanno aderito al concorso “Colora la Materia Oscura”, iniziativa legata alla più importante conferenza internazionale sul tema della Materia Oscura, Identification of Dark Matter (Idm-2024), che sarà ospitata nel 2024 per la prima volta all’Aquila grazie alla virtuosa collaborazione tra i tre istituti organizzatori:

i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Infn, dove vengono condotti alcuni dei più importanti progetti di ricerca al mondo nel campo della Materia Oscura, il Gran Sasso Science Institute e l’Università degli Studi dell’Aquila, che vedono molti dei loro scienziati impegnati in queste ricerche di primo piano a livello internazionale.

Le ultime due edizioni di questa conferenza si sono tenute a Providence (Rhode Island), Stati Uniti d’America nel 2018 e a Vienna, Austria, prima online nel 2020 e poi in presenza nel 2022. 

La conferenza che si terrà all’Aquila sarà la quindicesima della serie Idm. In questa occasione la città ospiterà oltre 200 ricercatori provenienti dalle più prestigiose istituzioni scientifiche di ogni parte del mondo.

Idm-2024 sarà un evento che qualificherà ulteriormente il capoluogo abruzzese come polo scientifico e culturale internazionale: fin da ora, infatti, gli scienziati delle tre istituzioni promotrici, stanno organizzando una serie di iniziative che vedranno il coinvolgimento della cittadinanza e del mondo della scuola.

Il primo evento promosso dal comitato organizzatore di Idm-2024 è un concorso aperto alle scuole secondarie di primo grado per la realizzazione del logo grafico della conferenza, che sarà poi utilizzato per la sua promozione a livello mondiale.

Al progetto “Colora la Materia Oscura” hanno aderito i sei Istituti Secondari di primo grado del comune dell’Aquila (“Giosuè Carducci”, “Dante Alighieri”, “Giuseppe Mazzini”, “Teofilo Patini”, “Paganica” e “Gianni Rodari”).

I ricercatori incontreranno gli studenti e le studentesse presso le loro scuole e, attraverso seminari e l’utilizzo di multimedia, illustreranno cos’è la Materia Oscura e perché è così importante riuscire a rivelarla. Successivamente gli studenti avranno tempo fino al 1° aprile 2023 per realizzare la loro rappresentazione artistica della Materia Oscura nel nostro Universo.

I tre migliori elaborati presentati saranno premiati e l’elaborato più originale e pertinente sarà scelto come logo della conferenza internazionale Idm 2024.

Inoltre, le 20 rappresentazioni artistiche più belle verranno pubblicate sul sito della conferenza durante l’intera durata dell’evento.

Le premiazioni delle vincitrici/dei vincitori si terranno il giorno 4 Maggio 2023 alle ore 18:00 presso il Gran Sasso Science Institute in Viale F. Crispi n.7, L’Aquila.

La Materia Oscura

La maggior parte della materia presente nel nostro Universo è di natura sconosciuta e non contribuisce a formare stelle, pianeti e polvere interstellare.

A questa componente di materia viene dato il nome di Materia Oscura e rappresenta uno dei più affascinanti temi di ricerca della fisica attuale.

Viene definita “oscura” perché non emette né assorbe luce ma, come anticipato, rappresenta il contributo dominante a tutta la materia presente nell’Universo. Pur avendo molte prove indirette della sua presenza, gli scienziati non l’hanno ancora mai misurata direttamente.

L’osservazione sperimentale della Materia Oscura è uno degli obiettivi dei molti ricercatori che studiano l’Universo e i suoi componenti più minuscoli, le particelle elementari

 


Print Friendly and PDF

TAGS