La Compagnia della Contessa celebra la Giornata Mondiale del Teatro

di Redazione | 25 Marzo 2024 @ 09:55 | CULTURA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Nel pomeriggio di mercoledì 27 marzo, con inizio alle ore 16:00, la Compagnia della Contessa celebra con un apposito evento la Giornata Mondiale del Teatro.

È dal 1962 che il 27 Marzo, in tutti i teatri del mondo si celebra la Giornata Mondiale del Teatro, all’insegna dei valori ricordati con il messaggio dettato da una illustre personalità. Autore del messaggio nel 1962 fu Jean Cocteau. Per parte italiana, nel 1973 fu la volta di Luchino Visconti e nel 2013 di Dario Fo. Il messaggio 2024 è dello scrittore norvegese Jon Fosse, nato nel 1959, insignito nel 2023 del Premio Nobel per la Letteratura.

L’evento della Compagnia della Contessa si svolgerà nel Palazzetto dei Nobili e vuol essere una sorta di invito per il pubblico aquilano a “giocare al teatro”, anche per condividere, con la comunità orfana da decenni di un vero e proprio teatro, qualcosa di quel che si fa “dietro le quinte”. Infatti si comincerà con le prove aperte dello spettacolo Questa sera si provano i Giganti per poi concludere, intorno alle ore 18:00, con lettura del messaggio per la Giornata Mondiale del Teatro.

“Prove aperte” vuol dire che si darà vita a una vera e propria dimostrazione di quel che si fa in palcoscenico per preparare quanto viene poi proposto al pubblico la sera della “prima”; sarà come osservare dal buco della serratura il lavoro del regista, degli attori e dei tecnici impegnati nell’allestimento, con le interruzioni, i commenti, le correzioni, la predisposizione degli effetti speciali e insomma tutto quel che concorre a costruire la messa in scena di uno spettacolo.

L’azione verrà condotta utilizzando alcuni dei momenti principali di uno dei massimi capolavori del teatro del Novecento: I giganti della montagna di Luigi Pirandello. Scelta e montaggio drammaturgico degli episodi sono dovuti a Iaia Centofanti, la regia sarà curata da Fabrizio Pompei. A dar vita ai personaggi saranno gli attori della Compagnia della Contessa Claudio Marchione, Romina Antonelli, Alberto D’Amico, Giulio Votta.

L’iniziativa è particolarmente rivolta ai giovani del nostro tempo. Molti di loro indossano maschere: il-bravo-ragazzo o la-brava-ragazza, lo-sportivo o la-sportiva vincenti, l’alunna o l’alunno studiosi, il-bullo o la-bulla aggressivi. Dietro quelle maschere, però, si nascondono adolescenti spaventati e abbandonati a se stessi. La società è sempre pronta a giudicarli e condannarli, ma mai disponibile all’ascolto. Chi, allora, meglio di Pirandello, per condurli nel magico mondo del Teatro, nel luogo in cui ognuno può essere chi vuole, perfino se stesso, senza vergogna e ipocrisie?

Del resto, il Teatro accoglie tutti, non ti giudica, ma, al contrario, ti aiuta a capire chi sei, quali sono le tue debolezze o paure, sopra tutto ti rende parte di una comunità reale, non virtuale, che non ti fa piú sentire solo: il Teatro è il social più antico e moderno di tutti i tempi.


Print Friendly and PDF

TAGS