La città che rinasce dal centro

Storie di aquilani d'adozione che portano in città un bagaglio professionale pieno di entusiasmo. Incontri positivi e forieri di nuova vitalità. Daniela Gentile e la sua 'Gentilmente School'

di Michela Santoro | 08 Novembre 2022 @ 06:00 | ATTUALITA'
Centro
Print Friendly and PDF

L’AQUILA- Lo scrivevo tempo fa, a proposito del vivere in centro agli albori della ricostruzione.

Una delle cose che mi affascinava di più, quando ancora eravamo in pochi, era (lo è tuttora) conoscere persone non aquilane che si sono trasferite tra le mura portando dietro un bel bagaglio di vita professionale e riuscendo a riproporlo in una città difficile e anche poco organizzata.

La scorsa settimana, abbiamo raccontato la storia di Aurora Cacciapuoti, l’illustratrice sarda che vive all’Aquila dal 2016, dopo un lungo periodo a Cambridge.

L’ho conosciuta mentre cercava casa in città, appoggiata nell’appartamento accanto al mio in attesa di uno spazio tutto suo in centro storico.

All’Aquila, l’ha portata l’Università: il marito è, infatti, un professore di chimica organica.

Quello che allora mi colpiva e che per me ha costituito un forte sprone nel mio approccio alla ricostruzione personale del dopo terremoto, è stato l’entusiasmo che ho respirato da certe esperienze e la forza che, implicitamente, sono riuscite a trasmettermi.

“Se ce la fanno loro che all’Aquila non hanno nessun ricordo e un legame devono ancora costruirselo – pensavo – devo farcela anche io che qui sono nata e sto crescendo i miei figli”.

Daniela Gentile, ad esempio, è nata a Roma e si è trasferita all’Aquila perché il fidanzato lavora al Gssi.

Entrambi, prima di venire qui, hanno vissuto in Olanda dove Daniela insegnava la lingua italiana agli olandesi, organizzando non solo lezioni ma anche viaggi in Abruzzo, proponendo ai discenti una sorta di didattica esperenziale.

Così, quando si è trattato di trasferirsi, Daniela ha pensato e messo in piedi la sua scuola dove insegna la nostra lingua non solo agli stranieri residenti all’Aquila ma anche agli Olandesi, prevalentemente, o agli Americani, che decidono di dedicare delle settimane di approfondimento nella nostra terra.

Agli studenti, Daniela offre lezioni individuali o di gruppo, in aula, online o per i borghi abruzzesi, divulgando il territorio, la sua storia e la tipicità dei prodotti.

Gentilmente School‘ è un modello di scuola nuovo e dinamico. Di Daniela, colpisce, oltre alla sua indubbia capacità professionale e organizzativa, la passione per la nostra terra che trapela da quello che racconta e da come lo racconta.

Ascoltiamola

Gentilmente School è in via Cascina, 11. Aperta a settembre, la scuola di Daniela Gentile lavora dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.00.

Attualmente, i suoi corsi accolgono circa una quarantina di studenti.

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS