La bellezza della Madonna del Popolo Aquilano, fatta arte in un cammeo

di don Daniele Pinton | 19 Novembre 2021 @ 08:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’Aquila. In occasione della 298′ festa diocesana della Salus Populi Aquilana, celebrata per la prima volta dopo che il vescovo dell’Aquila Mons. Domenico Taglialatela, nel 1723, aveva proclamato la B. V. Maria, salvezza del popolo aquilano, al termine della missione popolare tenuta dal missionario cappuccino Padre Giuseppe Antonio da Trivigliano, in cui aveva esposto la Sacra Effige della Madonna con Bambino, realizzata dall’artista romano Gabriele Mattei, gli orafi e artisti aquilana Laura Caliendo e Gabriele di Mizio, che da più di vent’anni realizzano le Croci del Perdono e dal 2013 la croce della Congregazione della Salus Populi Aquilani, consegnata ai nuovi confratelli e consorelle, che si consacrano alla Madonna del Popolo Aquilano, in occasione della Festa Diocesana in suo onore, il 19 novembre di ogni anno, hanno realizzato un gioiello con incastonato un cammeo con l’effige della Salus.

Questi due orafi, molto legati alla Madonna del Popolo Aquilano, avevano realizzato le medaglie artistiche, commemorative, in occasione della sua solenne incoronazione, avvenuta il 13 maggio del 2013, al termine della missione popolare che la Chiesa aquilana aveva vissuto con la Visita Pastorale dell’allora Arcivescovo Metropolita, Mons. Giuseppe Molinari, durante la quale, lo stesso Arcivescovo aveva consacrato la Città e Arcidiocesi di L’Aquila, alla Salus Populi Aquilani.

Nei due orafi aquilani, l’arte e la bellezza, ancora una volta, sono state ispirate dall’immagine della Salus Populi Aquilani, con un prezioso gioiello, in cui è incastonato un cammeo realizzato con la Sacra effige della  Salus.

Il gioiello, espressione di un’arte orafa, dove la passione si accompagna alla capacità artistica della Caliendo, è composto di un Cammeo in conchiglia sardonica realizzato artigianalmente, per il quale, successivamente è stata realizzata la cornice con le antiche tecniche della cera persa. La scultura in cera persa, che consente di dare forme e stilemi sofisticati che diversamente sarebbe impossibile conferire al metallo, una volta realizzata, è stata fusa, facendo si che ogni opera è unica e con i volumi conferiti alla stessa diventa irriproducibile. Caratteristica di questo gioiello, a cui è stato inserito il cammeo della Salus, è che sulla cornice sono state incastonate perle coltivate di acqua salata ” naturali ” e Rubini.


Print Friendly and PDF

TAGS