Koopman offre il suo cachet del concerto per il restauro dell’organo di Collemaggio

di Redazione | 04 Giugno 2021 @ 14:45 | ATTUALITA'
Koopman offre il suo cachet
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Sono innamorato di questa città e voglio fare qualcosa per L’Aquila”. Con questa parole il maestro Ton Koopman ha offerto il suo cachet, per il concerto di stasera, al restauro dell’organo della basilica di Santa Maria di Collemaggio che ha subito grandi danni, con il terremoto di 12 anni fa. “Ho già parlato con altri artisti – ha continuato Koopman – per cercare altri fondi che serviranno al restauro dell’organo”.

L’artista olandese si esibisce, oggi alle 19,30, nell’ambio della XXV edizione della Rassegna Organistica promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli”.

Dopo i lavori di restauro, a seguito dei danni riportati nel sisma del 2009, coordinati dal Provveditorato Interregionale alle Opere pubbliche per Lazio, Abruzzo e Sardegna e la Ditta Lorenzini, una delle più esperte per il ripristino degli organi storici, riprende a far ascoltare la voce il monumentale Organo di Feliciano Fedeli da Camerino, strumento del 1726 posto in contro-facciata: uno dei più grandi strumenti storici del genere in Italia.

Per questa speciale occasione torna a L’Aquila uno dei massimi esperti di musica barocca nel mondo, il clavicembalista, organista, direttore d’orchestra olandese Ton Koopman. Svolge una intensa attività concertistica a livello internazionale e le sue incisioni discografiche hanno condizionato la prassi esecutiva barocca.

“Sono orgoglioso della presenza del maestro Koopman – ha detto il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi – perché è un altro segnale che in città la cultura non si è mai fermata. Un grazie all’artista, poi, che ci sostiene nel recupero di un importante organo”.

Nel frattempo ha preso il via una campagna per cercare altri fondi.

Organo Fedeli nella basilica San Bernardino


Print Friendly and PDF

TAGS