Italia-Argentina dell’Autumn Nations Series: confermato in azzurro l’abruzzese Marco Riccioni

Il test match è in programma domani alle 14 a Verona

di Francesco Simoni | 12 Novembre 2021 @ 09:47 | SPORT
Marco Riccioni
Print Friendly and PDF

VERONA – L’abruzzese Marco Riccioni confermato nel XV dell’Italrugby che sfida l’Argentina. Riccioni è tesserato con il club inglese dei Saracens.

Nato a Pescara nel 1997, il pilone destro è cresciuto nella sua Teramo. E proprio a Teramo iniziò a giocare a rugby, per poi passare a 16 anni alle giovanili della Polisportiva L’Aquila. Entrò poi nell’Accademia zonale di Roma e iniziò la carriera da senior in Eccellenza 2015-2016 a Calvisano ottenendo la finale, sconfitto al primo anno contro Rovigo, si laureò campione d’Italia nella stagione successiva.

 
Nel 2017 si trasferì nel Benetton Treviso in Pro14.
 
Con la Under 20, di cui è stato capitano, partecipò a due edizioni del campionato mondiale di categoria nel 2016 e nel 2017 e a due edizioni del Sei nazioni giovanile.
 
Ha debuttato in Nazionale nel warm-up di preparazione alla Coppa del Mondo 2019 a Dublino contro l’Irlanda e, successivamente, fu convocato nella rosa che prese parte alla rassegna mondiale.
 
A febbraio 2021 ha firmato un accordo biennale con il club inglese del Saracens (stagione 2021-2022). Nelle fila dei biancoverdi veneti della Benetton Treviso ha conquistato la Guinness Pro14 Rainbow Cup, la prima edizione del campionato transnazionale di rugby a 15 tra i club delle federazioni gallese, irlandese, italiana, scozzese e sudafricana. La data di inizio della competizione è stata il 23 aprile 2021. Il torneo si è inserito nella cornice del Pro14 che nell’edizione 2020-21. In finale la Benetton Treviso ha sconfitto 35-8 il XV dei Vodacom Bulls di Pretoria, vincitori della Pool sudafricana. Nella finale disputata, il 18 giugno 2021, allo stadio Monigo la Benetton è stata la prima squadra italiana a conquistare una competizione internazionale per club.
 
Tornando all’Italrugby,  Kieran Crowley, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, Fir, ha ufficializzato la formazione che domani sabato 13 novembre alle 14 affronterà l’Argentina nel secondo Test Match delle Autumn Nations Series. La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena con collegamento a partire dalle 13.30 e in chiaro su Cielo.

Cinque i cambi nel XV titolare – nella sfida numero 23 tra Italia-Argentina, con l’ultimo precedente che risale allo Stadio Franchi di Firenze nel 2017 – rispetto alla formazione schierata nella prima uscita degli Azzurri nella finestra internazionale autunnale sabato 6 novembre allo Stadio Olimpico contro gli All Blacks. Triangolo allargato formato da Minozzi-Ioane-Padovani e coppia di centri di marchio Benetton con Brex e Morisi, quest’ultimo al rientro in campo a distanza di un anno dall’ultima partita con l’Italia, il 31 ottobre 2020 nel recupero del Sei Nazioni con l’Inghilterra.

Chiavi della mediana affidate al giovane ma ormai consolidato duo Garbisi-Varney. In terza linea la maglia numero 8 resta in casa Zebre con Giovanni Licata che torna a vestire la maglia Azzurra dopo l’ultima presenza contro la Scozia il 22 febbraio 2020 sostituendo il compagno di franchigia Giammarioli, andando a completare il reparto insieme a capitan Lamaro e Sebastian Negri.

In seconda linea confermato Sisi con l’inserimento dal primo minuto di Niccolò Cannone, mentre in prima linea insieme a Lucchesi e Riccioni ci sarà Nemer che, dopo aver esordito con l’Italia sabato scorso allo Stadio Olimpico contro la Nuova Zelanda dalla panchina, debutterà da titolare della maglia numero uno al posto di Fischetti.

Due gli esordienti presenti in panchina: Fusco e Pettinelli, con quest’ultimo che ha guidato sul campo con i gradi di capitano l’Italia A nella prima partita stagionale contro la Spagna vinta dagli Azzurri 13-11 a Madrid il 30 ottobre. Pronti a subentrare a partita in corso anche Bigi, Fischetti, Ceccarelli, Fuser, Ruzza e Mori, tutti visti dall’inizio o a gara iniziata sabato scorso a Roma.

Gli Azzurri tornano a Monigo a vent’anni esatti dall’ultima loro uscita nella Marca – vittoria per 66-10 sulle Fiji il 10 novembre 2001 – per provare a interrompere una serie negativa contro i Pumas che dura dal 2008, quando la Nazionale allora guidata da Nick Mallett espugnò lo stadio di Cordoba allo scadere.

“Abbiamo tracciato una linea: vogliamo guardare avanti e mostrare progressi sin da subito. L’atteggiamento mostrato contro la Nuova Zelanda è stato buono, ma nella prossima partita servirà fare ancora di più per portare a casa un risultato importante contro l’Argentina” ha dichiarato Kieran Crowley.

Arbitrerà l’incontro il neozelandese James Doleman.

Questa la squadra che scenderà in campo:
15 Matteo MINOZZI (Wasps Rugby, 23 caps)
14 Edoardo PADOVANI (Benetton Rugby, 28 caps)
13 Juan Ignacio BREX (Benetton Rugby, 6 caps)
12 Luca MORISI (Benetton Rugby, 34 caps)
11 Montanna IOANE (Benetton Rugby, 7 caps)
10 Paolo GARBISI (Montpellier, 11 caps)
9 Stephen VARNEY (Gloucester Rugby 8 caps)
8 Giovanni LICATA (Zebre Parma, 11 caps)
7 Michele LAMARO (Benetton Rugby, 8 caps) – capitano
6 Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 34 caps)
5 David SISI (Zebre Parma, 16 caps)
4 Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 14 caps)
3 Marco RICCIONI (Saracens, 16 caps)
2 Gianmarco LUCCHESI (Benetton Rugby, 7 caps)
1 Ivan NEMER (Benetton Ruby, 1 cap)

A disposizione
16 Luca BIGI (Zebre Parma 38 caps)
17 Danilo FISCHETTI (Zebre Parma, 13 caps)
18 Pietro CECCARELLI (Brive, 15 caps)
19 Marco FUSER (Newcastle Falcons, 34 caps)
20 Federico RUZZA (Benetton Rugby, 23 caps)
21 Giovanni PETTINELLI (Benetton Rugby, esordiente)
22 Alessandro FUSCO (Fiamme Oro Rugby/Zebre Parma, esordiente)
23 Federico MORI (Bordeaux, 10 caps)


Print Friendly and PDF

TAGS