ISS: ecco le regole per le vacanze in spiaggia

di Redazione | 24 Luglio 2020 @ 10:55 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Un documento, per cercare di combattere l’emergenza coronavirus, che vuole essere d’aiuto a bagnanti e gestori degli stabilimenti balneari durante la stagione estiva. A redigerlo l’Istituto Superiore di Sanità con precise regole per trascorrere al meglio e in sicurezza le  vacanze in spiaggia.

Il “Rapporto sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus SARS-CoV-2” è stato compilato dal Gruppo di Lavoro Ambiente-Rifiuti Covd-19 in collaborazione con il ministero della Salute, l’Inail, il Coordinamento di Prevenzione della Conferenza Stato Regioni, esperti delle Arpa e altre istituzioni.

La prima regola da rispettare è la prenotazione per l’accesso agli stabilimenti (anche online), eventualmente per fasce orarie, in modo da prevenire assembramenti.

E’ obbligatoria la registrazione degli utenti da parte dei proprietari degli stabilimenti, per un massimo di 14 giorni, come previsto dalle disposizioni ministeriali.

Ogni stabilimento, indica l’Iss, deve dotare i bagnanti di disinfettanti per l’igiene delle mani, uno dei veicoli principali di trasmissione del virus.

Tutti gli stabilimenti devono inoltre fornire disinfettanti e dispositivi di protezione individuale adeguati al personale (mascherine, schermi facciali, guanti).

Chi lavora in spiaggia deve utilizzare obbligatoriamente Dpi, dispositivi di protezione, in caso di contatti ravvicinati con i bagnanti e durante eventuali attività a rischio.

Per quanto riguarda i bagnanti, l’Iss raccomanda il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro tra chi è in spiaggia.

La responsabilità di vigilanza sul distanziamento, spiega l’Istituto, vale per gli adulti ma anche per i bambini.

Un’altra indicazione riguarda le misure di igiene personale, come la pulizia e la disinfezione frequenti delle mani.

È molto importante per tutti i bagnanti l’igiene respiratoria: starnutire o tossire in fazzoletti di carta o nel gomito.

L’Iss raccomanda l’uso di mascherine quando le misure di distanziamento sono di difficile mantenimento (le mascherine, poi, dovranno essere smaltite con i rifiuti indifferenziati).

Non si devono frequentare le spiagge anche in presenza di sintomi influenzali o di temperatura corporea superiore ai 37,5°.


Print Friendly and PDF

TAGS