Interpellanza dei Consiglieri Gianni Padovani ed Enrico Verini su manutenzione strade comunali 

di Redazione | 10 Aprile 2024 @ 18:29 | POLITICA
interpellanza
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – I Consiglieri comunali Gianni Padovani ed Enrico Verini hanno presentato una interpellanza al Sindaco Pierluigi Biondi avente ad oggetto la manutenzione delle strade comunali, con particolare riferimento alla pulizia dei tombini e caditoie.

Strade ordinate e pulite sarebbero certamente un ottimo biglietto da visita per la nostra città, in procinto di agire il ruolo di “Capitale italiana della cultura 2026”. Sarebbe auspicabile che, in considerazione dell’atteso flusso turistico e della crescente attenzione dei media nazionali, si ponga finalmente attenzione anche ad aspetti sinora trascurati, come la manutenzione ordinaria delle strade quale elemento qualificante di arredo urbano (ed in questa sede non parliamo di un altro insoddisfacente biglietto da visita, ovvero “il-parcheggio-che-non-c’è”).

“Prevenire è sempre meglio che curare – si legge nell’interpello – questa massima, ove fosse applicata dal Comune dell’Aquila alla manutenzione stradale, potrebbe ridurre i rischi per la sicurezza ed i costi per la collettività, oltre a migliorare il decoro e l’estetica della nostra Città anche per quanto riguarda l’attrattività turistica. Una gestione oculata delle risorse, se unita ad una visione a lungo termine, può rendere le strade del nostro territorio comunale belle, sicure ed accoglienti, riducendo al contempo l’impatto ambientale e migliorando la qualità della vita urbana anche sotto il profilo igienico”.

“Da una verifica condotta in Centro città – premettono Padovani e Verini – risulta che oltre 80% dei tombini sono otturati o comunque inadatti causa cattiva manutenzione a garantire il normale deflusso delle acque”. Una situazione che va avanti da molto tempo ed è ulteriormente peggiorata negli ultimi anni a causa della scarsa manutenzione e pulizia delle strade.

“I fenomeni temporaleschi, anche se non eccezionali, provocano così allagamenti e disagi – sottolineano Padovani e Verini – ed appare evidente come i disagi ed i danni provocati dal maltempo siano connessi all’assente manutenzione in cui versano tombini e caditoie, che non riescono a sopperire al pur modesto aggravio di acqua conseguente ai normali fenomeni pluviali”.

Nell’interpellanza si sottolinea che “la manutenzione delle strade comunali e la gestione del rischio idrogeologico sono fondamentali per la vivibilità della città e la sicurezza pubblica e necessitano di ben altra attenzione” e “tra le manutenzioni di carattere ordinario e continuativo che l’Amministrazione dovrebbe prevedere con cadenza periodica ed operando secondo un piano è da annoverarsi la pulizia dei tombini e delle caditoie, oltre alla riparazione delle buche,  alla potatura delle alberature ed alla raccolta del fogliame”.

Ciò premesso, Padovani e Verini interpellano il Sindaco per conoscere “i motivi per i quali non sia stato predisposto un intervento ordinario e periodico, sia in Città che nelle frazioni, di pulizia di tutti i tombini e caditoie, di riparazione delle buche stradali e di raccolta del fogliame che invece marcisce su molti marciapiedi della Città (come, solo per citare un esempio, sull’intero Viale Duca degli Abruzzi)”.

Si chiede poi di sapere se “il Comune intenda provvedere ad un piano straordinario ed urgente di pulizia, così da abbattere il rischio allagamenti, disagi e pericoli per la cittadinanza soprattutto nei quartieri a valle del Centro e delle frazioni maggiormente esposte e se il Comune pensa di aggiornare gli studi e pianificare gli interventi di manutenzione suesposti in ottica programmatoria di riduzione e prevenzione del rischio”.

La manutenzione e la pulizia delle strade, oltre che agli evidenti vantaggi estetici, garantisce ai cittadini adeguate condizioni igieniche dell’ambiente in cui vivono. Al contrario, una strada mai spazzata e con i tombini otturati raccoglie rifiuti di ogni genere ed è cosa assai sgradevole. Il biglietto da visita di una città che funziona è proprio nel primo impatto con la pulizia delle piazze e delle strade ed all’Aquila, anche su questo, c’è molto da fare.


Print Friendly and PDF

TAGS