Intelligenza artificiale nell’edilizia. Il 17 maggio il convegno ANCE a L’Aquila

di Redazione | 14 Maggio 2024 @ 13:17 | EVENTI
ance abruzzo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Quando la ricostruzione post sismica cominciò, quattordici anni fa, non si parlava ancora del possibile impiego dell’intelligenza artificiale nel processo d’opera, ma oggi ci siamo: il prossimo 17 maggio 2024 L’Aquila sarà sede di un grande evento organizzato dai giovani del sistema ANCE della Macro Area Centro Italia che riunisce le strutture regionali ANCE di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Si tratta di un convegno nazionale aperto a tutti, che si terrà all’Emiciclo, sui temi dell’intelligenza artificiale applicata alla filiera dell’edilizia ed in particolare al cantiere in tutti i suoi aspetti: dalla realizzazione di manufatti alla sicurezza per i lavoratori, dalla programmazione di cantiere alla gestione dei flussi operativi e molto altro.

Un tema in piena evoluzione e mutamento, non ancora esplorato, che già sta cambiando il modo di pensare il mestiere di imprenditore e che potrebbe cambiare, a breve, anche quel che resta della ricostruzione post sismica.

Organizzatori del convegno sono i Giovani costruttori ANCE, con l’Abruzzo e L’Aquila in testa e il dipartimento DICEAA dell’Università dell’Aquila, grazie alla storica sinergia che lega i due enti.

Numerosi gli sponsor anche internazionali che sostengono l’iniziativa su un tema che crea molta curiosità nel settore e oltre per un campo ancora tutto da esplorare e che promette rivoluzioni epocali.

Il convegno è accreditato dagli ordini professionali e vede diverse sezioni divise per temi su cui l’IA può avere una influenza positiva: l’economia circolare, il processo costruttivo e di manutenzione, la sicurezza sul lavoro e la formazione.

Eventi ricreativi saranno affiancati nella giornata precedente e successiva al 17 maggio, che porteranno gli ospiti alla scoperta del territorio e di svariate attrattività per una tre giorni che sta richiamando giovani costruttori da tutto il Paese.

La giornata terminerà con un omaggio alla città dal titolo Upcycling&Music. Si tratta di un concerto del Conservatorio A. Casella nel colonnato esterno dell’Emiciclo; l’ottetto di ottoni Tubaductiles Concertantes suonerà un brano inedito per ottoni e musica elettronica composto partendo da campionature di suoni registrati in cantiere.

La scenografia, fatta con finestre dismesse e materiali di scarto, sarà assemblata al momento dagli studenti del DICEAA che hanno partecipato ad un workshop sul riciclo creativo e la progettazione di sistemi sostenibili temporanei attraverso il controllo della progettazione con IA.


Print Friendly and PDF

TAGS