Insieme per l’Ucraina. Caritas L’Aquila, con la Rete di Associazioni per iniziative di solidarietà

di don Daniele Pinton | 03 Marzo 2022 @ 14:37 | CREDERE OGGI
ucraina
Print Friendly and PDF

L’Aquila. La Caritas L’Aquila, guidata da don Dante Di Nardo, aderisce all’iniziativa ‘Insieme per l’Ucraina’, con una raccolta di beneficenza e con una raccolta fondi a favore del popolo ucraino, in accordo con la Comunità di S. Egidio, con il Centro Celestiniano e con la ‘Rete di Associazioni’.

La Caritas diocesana, si è rivolta alle Caritas parrocchiali presenti nel territorio diocesano, per attivarsi in sinergia nel promuovere l’iniziativa ‘Insieme per l’Ucraina’, al fine di poter apportare un significativo e concreto intervento a favore della popolazione ucraina, attivandosi in continuità con le iniziative di Caritas Italiana e della Conferenza Episcopale Italiana.

Di fatto, la rete internazionale di solidarietà si è mossa e anche la Caritas si è attivata per garantire assistenza ai profughi: Caritas Ucraina, con i suoi 19 presidi territoriali fornisce generi alimentari, prodotti per l’igiene, medicinali, acqua potabile e coperte; sta fornendo assistenza sanitaria, supporto psicologico, assistenza alle persone anziane rimaste sole. E accanto a Caritas Ucraina anche le Caritas di Polonia, Romania e Moldavia sono in prima fila nell’organizzazione dell’accoglienza e chiedono un aiuto per far fronte a tale emergenza.

Caritas Diocesana L’Aquila, aderendo alla campagna di raccolta fondi indetta da Caritas Italiana a supporto delle attività di Caritas Ucraina e delle Caritas limitrofe, ha messo a disposizione il conto corrente bancario dell’ente giuridico a servizio della Caritas aquilana,  ‘Confraternita del preziosissimo sangue sparso’, Banca BPER – sede di L’Aquila IBAN IT07I0538703601000002572002 – Causale: “Caritas – Emergenza Ucraina”, dove far pervenire le donazioni e ha attivato alcuni punti di raccolta, a cui si aggiungono anche le Caritas parrocchiali, in cui si possono portare alimenti non deperibili, generi alimentari per bambini, garze, disinfettanti, cerotti, ovatta, disinfettanti per ambienti, detergenti pulizia corpo, pannolini per bambini, coperte, assorbenti, articoli di abbigliamento (non usati). La raccolta effettuata nelle parrocchie e Caritas parrocchiali, convergerà poi alle sede diocesana di Caritas L’Aquila, a Coppito. Il ricavato della raccolta ‘pro-Ucraina’, sarà dunque interamente destinato a questo scopo.

Sono inoltre già stati definiti dei luoghi di raccolta, come riportato nel dettaglio della locandina di presentazione dell’iniziativa, alla sede della Caritas Diocesana a Coppito, alla Chiesa Parrocchiale di Pettino, alla Caritas parrocchiale di Coppito, alla Pro Loco di Coppito, alla Pro Loco di Tornimparte, al Comune di Poggio Picenze, al Centro Anziani di Civita di Bagno e al Centro Celestiniano.

Il Cardinale arcivescovo, Giuseppe Petrocchi, accogliendo l’invito di Papa Francesco, aveva già chiesto ai fedeli e alle parrocchie dell’Arcidiocesi, di invocare la pace, sia personalmente con il digiuno e la preghiera, sia durante le celebrazioni liturgiche del mercoledì delle Ceneri e ora, attraverso Caritas L’Aquila, si mobilita con un gruppo di Associazioni, per contribuire rapidamente nel portare aiuto concreto al popolo ucraino, ponendosi in continuità con l’intervento della Caritas italiana che ha già messo a disposizione 100mila euro, per i bisogni immediati della popolazione, tenuto conto che la guerra in Ucraina pone sempre di più davanti agli occhi il rischio di una catastrofe umanitaria.


Print Friendly and PDF

TAGS