Era già da qualche giorno che si vociferava della nomina di Pierluigi Tancredi quale delegato alla ricostruzione del centro storico, ossia della città. Ma proprio non ci volevamo credere. Più di un consigliere di Palazzo Margherita interpellato aveva smentito quasi sdegnato gridando al solito gossip senza fondamento.
Ma anche in questo caso a pensar male…ecco spuntare dal cilindro del primo cittadino questa nomina bella bella. E i pochi che ancora credono che gli asini volino rimangono basiti…
Francamente caro Sindaco, proprio non si capisce la motivazione di tale scelta così delicata. Una scelta bipartisan che il Sindaco ha voluto vestire come una scelta “all’unanimità” della quinta Commissione, scaricandosi la responsabilità: ma chi ci crede?
Fino a qualche tempo fa mai ci si sarebbe aspettato un colpo di scena come questo e forse neanche la maggioranza a ben guardare i musi lunghi e i mugugni nei corridoi qua e là.
Le scelte di un Sindaco dovrebbero essere dettate da altre motivazioni e non da “indicazioni” di una Commissione…
A questo punto ci chiediamo come mai proprio Tancredi? E cosa c’è sotto? Ma siccome siamo sempre troppo maliziosi aspettiamo con fare vigile le prossime azioni del neo delegato che ha già costituito un “super” gruppo di lavoro aspettando al prossima puntata sperando di esserci sbagliati.

di Maria Cattini

[tratto da Gli Editoriali del Direttore – IlCapoluogo.it]

Commenti

comments