Incidente a San Pio delle Camere, grave studentessa universitaria

Nall'impatto ha perso la vita Lanfranco Moretti, 60 anni, nato all'Aquila ma residente nel Reatino. La figlia su Facebook: "Dammi la forza di andare avanti"

di Redazione | 03 Ottobre 2022 @ 09:51 | CRONACA
lanfranco moretti
Print Friendly and PDF

SAN PIO DELLE CAMERE – I funerali di Lanfranco Moretti, 60 anni, vittima di un grave incidente avvenuto ieri mattina alle 8,30 lungo il rettilineo di Navelli, sulla Statale 17, all’altezza del bivio della statale 17 per San Pio delle Camere non sono stati ancora fissati, il corpo, come riporta il quotidiano ‘Il Centro’, è infatti ancora a disposizione della magistratura per gli accertamenti necessari. Al suo fianco in auto, come passeggera, c’era una donna di 35 anni, rimasta anche lei ferita e soccorsa immediatamente dall’ambulanza, che non sarebbe in pericolo di vita. Potrebbe trattarsi di un tentativo di sorpasso purtroppo conclusosi con una tragedia ma l’ipotesi è ancora al vaglio degli inquirenti. 

Il bilancio è di un morto e due ferite, di cui una in condizioni disperate. L’impatto tra le due auto coinvolte, una Lancia Lybra station wagon e una Volkswagen Polo, è stato violentissimo. La Lancia sarebbe stata colpita, secondo la ricostruzione del Centro, al suo angolo anteriore sinistro, ed è schizzata via fermando la sua corsa cento metri più in là, contro il guardrail. Alla sua guida c’era il 60enne Lanfranco Moretti, che ha perso la vita sul colpo.

L’uomo era nato nel 1962 all’Aquila, ma viveva al di là del confine regionale, a Borgo Velino, mentre era cresciuto ad Antrodoco, in provincia di Rieti. Nel Reatino era molto conosciuto, soprattutto nell’ambito dell’associazionismo locale. Le comunità dei due Comuni laziali sono rimaste è sconvolte per la notizia, che è cominciata a circolare solo nel pomeriggio, provocando un’ondata di messaggi di ricordo e di cordoglio sui social network, dove anche la figlia Nicole ha scritto un messaggio pubblico: “Dammi la forza di andare avanti, sono orgogliosa di essere tua figlia”.  

L’altra auto coinvolta, dopo l’impatto si è invece girata più volte su stessa: al volante c’era una studentessa universitaria di 25 anni, che ora versa in condizioni gravissime nel reparto di Rianimazione dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila per una emorragia cerebrale. Le sue condizioni sono apparse subito disperate. Ieri pomeriggio è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa: saranno decisive le prossime ore, non è ancora fuori pericolo.

 

Print Friendly and PDF

TAGS