Inchiesta Caligola, Andreola: “Non sono una zarina”

"Dieci lunghi anni che ti cambiano la vita per un'accusa non provata"

di Matilde Albani | 22 Febbraio 2021 @ 06:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Dieci lunghi anni che ti cambiano la vita  per un’accusa che non è stata provata – racconta a Laquilablog, Vanna Andreola, funzionario della Regione Abruzzo. Uno degli 11 nomi coinvolti nell’inchiesta denominata Caligola, con tanto di misure cautelari. La vicenda si è conclusa con la dichiarazione di prescrizione in sede di udienza preliminare da parte del Gip del Tribunale dell’Aquila.

“Sofferenza e dolore in questo periodo, forza che mi è arrivata dagli amici e delusione per quelli che consideravo tali e di vecchia data ma che hanno preso le distanze. Mi hanno definita con epiteti che non meritavo – sottolinea; – non sono una zarina ma una persona che ha sempre messo davanti gli interessi della Regione”. L’intervista. 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS