Incendi l’Aquila: via dei Cipressi, le radici bruciano ancora

di Matilde Albani | 13 Settembre 2020 @ 19:47 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La terra è grigia sulla via dei Cipressi, quella che quasi due mesi fa era ancora un crinale con alberi altissimi e che attraverso la Rocchetta e Passo del Dottore ha accompagnato gli aquilani fino a Monte Pettino. Nonostante le proprietà che li aiutano a difendersi dalla combustione: l’accensione di un cipresso può richiedere fino a 7 volte in più il tempo necessario per incendiarsi di alberi quali pini e querce.  Non è andata bene ai cipressi della montagna aquilana, perchè sono stati cancellati dell’incendio che ha reso irriconoscibile anche la lunga discesa piena di vegetazione. Anche se non ci sono più le fiamme, la terra è ancora bollente e la combustione delle radici continua lentamente. Ci vorranno almeno vent’anni per far rivivere questi boschi. 


Print Friendly and PDF

TAGS