Incendi in Abruzzo e tutela forestale, risoluzione del Pd per utilizzare il Recovery Fund

di Alessio Ludovici | 07 Ottobre 2020, @06:10 | AMBIENTE
incendio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Una risoluzione di Antonio Blasioli, consigliere regionale del Pd, ha cominciato ieri il suo iter in terza commissione del consiglio regionale, la Commissione agricoltura. La votazione è stata rinviata ma intanto si sono svolte le audizioni. La risoluzione impegnerebbe sostanzialmente il governo regionale ad attivarsi per poter utilizzare il Recovery Fund per far fronte alle criticità emerse dopo l’importante stagione di incendi che abbiamo appena vissuto.
L’obiettivo principale del testo è quindi impegnare il governo regionale a deliberare un programma di rimboschimenti e di sistemazione idraulica forestale con i soldi del Recovery Fund europeo, anche, si esplicita nella risoluzione, ricorrendo alle deroghe della legge antincendio boschivo nazionale che però per scoraggiare il business delle fiamme impedisce di utilizzare fondi pubblici sulle aree percorse dal fuoco per almeno 5 anni e prevede deroghe solo nelle zone parco o per motivi di incolumità.
Ma non è la sola proposta contenuta nella risoluzione. Si sollecita infatti la Giunta a riattivare tutte le misure forestali del Psr per attuare le gestione attiva dei boschi e si invita ad adeguare il testo unico regionale, la legge 3 del 2014 al Testo Unico delle Foreste del 2018 che però aspetta ancora gran parte dei decreti attuativi ministeriali e rispetto alle cui previsioni la legge abruzzese è anche più tutelante.
Tra le previsioni anche l’impegno ad istituire un presidio permanente presso l’Aeroporto d’Abruzzo di Canadair e mezzi Erickson Air Crane S-64, e la creazione di un tavolo permanente in materia con Regione Comuni, Anci Uncem Parchi, Ditte forestali e dottori agronomi. In realtà quest’ultimo, come diverse altre richieste, erano già previste nella legge del 2014. Ci sarebbe dovuta essere, infatti, la Consulta Forestale prevista dalla Legge organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo della regione Abruzzo la cui attuazione fu di fatto completamente disattesa. La Regione Abruzzo, lo si ricorda anche nel testo della risoluzione, è “ultima in Europa per spesa in ambito forestale dei fondi ad essa dedicati”, il Piano di gestione e i piani comunali si contano sulle dita di una mano, mancano risorse e spesso sono scritti male, gli incombenti mutamenti climatici rischiano di complicare ancora di più la situazione. Il fatto che la gestione forestale abruzzese arrivi sui banchi dell’emiciclo è sicuramente un dato positivo dopo una stagione di incendi come quella del 2020.


Print Friendly and PDF

TAGS