Incarichi professionali enti e partecipate, Benedetti: “Serve trasparenza”

di Redazione | 27 Aprile 2021 @ 17:07 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Riceviamo da Carlo Benedetti, Presidente dell’Unione comunale dell’Aquila, Carlo Benedetti: “Certamente la gestione di alcuni Enti, Aziende o società pubbliche è attività delicata che va tenuta, nell’interesse dell’Ente e soprattutto dei Cittadini, lontano dalla Politica.
Quando parlo di Enti, a titolo esplicativo, mi riferisco ad Ater, Aziende partecipate dal Comune, Enti strumentali della Regione, Aziende sanitarie, Gran Sasso Acqua spa ecc..
Anche l’affidamento degli incarichi professionali deve essere improntato a rigidi criteri di TRASPARENZA E TERZIETA’ che garantiscano la scelta del professionista migliore e non di quello più vicino al Partito e/o al Presidente dell’Ente medesimo.
Insomma bisogna essere sicuri che tale delicata attività sia sottratta all’ARBITRIO DI QUALCUNO. Arbitrio possibile allo stato di fatto attuale.
Nessuna accusa, perciò, a nessuno: si dia semplicemente un segnale di civiltà, pulizia e modernità.
Vanno, perciò, predisposti bandi pubblici per avere liste di professionisti (Avvocati, Ingegneri, Architetti, Giornalisti ecc..) capaci disposti ad assumere incarichi.
Questo vale anche per i cosiddetti INCARICHI RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, che oggi è una sorta di terra di mezzo fra il giornalismo e la politica.
Vanno allo stesso modo concordate con gli Ordini professionali le tariffe applicabili e le modalità di svolgimento dell’incarico.
Questo nella nostra Città non avviene. Forse non è mai avvenuto. Oggi in Città c’è un clima da prima Repubblica; anzi peggio. Qualcuno si chiederà attonito allora come vengano affidati allora gli incarichi. A questo qualcuno chiedo di guardare gli elenchi soprattutto se è un giornalista. Intervengano perciò, subito, i Presidenti degli Ordini professionali. In fondo spetta a loro di tutelare gli iscritti.”


Print Friendly and PDF

TAGS