In Germania stretta sulla libertà di parola online

di Redazione | 21 Giugno 2020, @06:06 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Giovedì scorso il parlamento tedesco ha approvato un emendamento al “Network Enfocement Act”, deputato alla sorveglianza di fenomeni online come l’hate speech. Il Network Enforcement Act è un atto della legge tedesca che richiede alle social network di rimuovere il contenuto illegale che è stato loro segnalato.

Le recenti modifiche impongono ai social network di inviare al Bunderskriminalant (equivalente tedesco dell’FBI americana) ogni materiale considerato illegale rintracciato sulle proprie piattaforme, insieme a dati personali relativi al diffusore del contenuto (come l’indirizzo IP).

La legge è stata accusata dalla Human Rights Watch di incentivare un controllo preventivo e spesso affrettato dei contenuti, con l’aggravante di consentire alla polizia di costruire un archivio di dati personali prima ancora che sia stata formulata un’accusa.

Il governo tedesco starebbe considerando una riforma del NEA, con l’obiettivo di rendere i suoi meccanismi più trasparenti.


Print Friendly and PDF

TAGS