In Andalusia, chiacchiere per strada patrimonio Unesco. Altro che Sant’Agnese

di Alessio Ludovici | 20 Agosto 2021 @ 06:11 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Il sindaco di Algar, cittadina spagnola di 1.400 abitanti in Andalusia, ha chiesto il riconoscimento delle chiacchiere all’aperto, tipiche del paese, come Patrimonio Unesco. 

Sono proprio le ”chiacchiere all’aperto”, quelle degli anziani ad esempio, che con sedia al seguito si ritrovano lungo le strade di Algar, poco distante dalla propria abitazione.

“E’ l’opposto dei social media – ha detto al Guardian -. Si tratta di conversazioni faccia a faccia”. Trovata pubblicitaria o reale necessità, chissà. Noi all’Aquila potremmo rilanciare a questo punto una ben più nota tradizione, quella del pettegolezzo.

La nostra Sant’Agnese fa discutere, a tanti aquilani non piace, altri ne hanno negli anni portato avanti una valorizzazione. Tra gli aquilani, il 21 gennaio, è per lo più occasione goliardica e niente più. Tante le discussioni sulle sue origini, gli aneddoti storici sulle derelitte del quarto di San Pietro o sugli sfottò a Braccio da Montone durante l’assedio della città. C’era comunque dentro la cultura santagnesina tanta insofferenza e irriverenza contro potenti e potentati vari, e questo sì, andrebbe un po’ recuperato, con o senza Unesco, perché oggi rimane solo il pettegolezzo, ma senza l’irriverenza, che è molto peggio. 


Print Friendly and PDF

TAGS