In 200 per l’open day delle Micarelli

di Redazione | 29 Ottobre 2023 @ 15:28 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’open day, organizzato dall’Istituto Santa Maria degli Angeli delle suore Micarelli e svoltosi nel tardo pomeriggio di ieri, si è concluso con un bilancio davvero incoraggiante sia in termini di partecipazione, di entusiasmo e di una coinvolgente positività. 
L’ampia palestra della struttura era strapiena (circa 200) persone, alcune rimaste in piedi e altre hanno addirittura assistito dalle finestre esterne. Lo spettacolo è partito con la presentazione a cura della giornalista aquilana Sabrina Giangrande e con l’introduzione sui contenuti della serata da parte di Sr. Giulia, in rappresentanza dell’istitituto che ha illustrato i contenuti didattici e le attività dell’Istituto Santa Maria degli Angeli. A un divertente e scoppiettante clown, Rocco Cannavini e a Noemi Tarquini (flauto traverso) il compito di  aprire il contenitore della serata e con sistemazione del pubblico con umoristici siparietti e gag con accompagnamento musicale del flauto.

Un spettacolo, che ha fatto vivere agli intervenuti, momenti unici e l’energia che si è creata è stata sorprendente. La perfetta riuscita dell’iniziativa è stata è scaturita dalla sinergia di più realtà territoriali: insegnanti, giornalisti, professionisti, musicisti, associazioni culturali e teatrali che a titolo di volontariato, si sono messe a disposizione, per questa importante iniziativa di sensibilizzazione verso una struttura storica cittadina come lo è l’Istituto Santa Maria degli Angeli delle Suore Micarelli.
Protagonisti assoluti i bambini e i ragazzi che frequentano l’Istituto, che si sono esibiti con dei momenti musicali, suonando con ritmate melodie e intonando canzoni note e altre davvero originali, sotto l’attenta professionalità del Maestro di musica Giovanni D’Eramo. Molto apprezzato soprattutto il pezzo “J’Abbruzzo” canto d’autore del 1948 di N. De Angelis, eseguito dai ragazzi, con la nuova armonizzazione del Maestro D’Eramo. 
Ma poi tanto altro, grazie ai divertenti intermezzi a cura dei soci dell’Associazione Libris in Fabula, nei panni di simpatici gattoni:  Sandra Antonelli, Paola D’Onofrio, Claudia Di Giacinto, Lina Massimiani, Noemi Tarquini, Giulia Landonio, accompagnati dal banjo di Emanuele Sponta, con lettura animate di brani di Gianni Rodari.  Nel corso dell’evento è stato spiegato anche il progetto “Rodariana” dall’ideatrice Sandra Antonelli, i cui percorsi prevedono il coinvolgimento di alcuni esperti, soci dell’associazione, per  laboratori di lettura animata, scrittura creativa e clowneria, dell’illustratore Emanuele Sponta, di Giulia Landonio e della stessa Sandra per i laboratori artistici, di Antonella Tarquini e Eugenio Incarnati dell’Associazione “Teatrabile” dell’Aquila per i laboratori teatrali e di alcuni docenti dell’Istituto ad affiancare lettura e scrittura e conduzione di laboratori musicali ad hoc. Simpatica e esilirante l’irruente scenetta dello “scolaro sperduto” interpretato da Angelo Giardini, assistito da Suor Giulia.  Nel finale uno spazio emozionale a cura di Emanuele Sponta alla chitarra con l’interazione scenica di Claudia Di Giacinto e di Sandra Antonelli che ha recitato la poesia di Gianni Rodari “La valigia dell’emigrante”.


Print Friendly and PDF

TAGS