Impianti sciistici: Testa, Liris e Sigismondi chiedono ristori immediati

di Redazione | 15 Febbraio 2021 @ 18:58 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Occorre affrontare con incisività il problema dell’economia della montagna, comparto importantissimo per il Pil regionale e nazionale ma costretto alla chiusura in un periodo cruciale dell’anno. Se si è riusciti a salvare, almeno in parte, la stagione estiva, appare, invece, definitivamente compromessa quella invernale ed è per questa ragione che, con forza, chiediamo tempestività e concretezza da parte del governo Draghi nel versare adeguate risorse economiche dedicate. La corresponsione di un ristoro è l’unica ragione per poter accettare – seppur con sacrificio – una ulteriore perdita di fatturato. Impianti sciistici, ristoranti, scuole di sci, alberghi , servizi legati all’ospitalità, fornitori commerciali e agricoltura, restano al palo, senza contare i numerosi lavoratori stagionali che vivono un dramma nel dramma. Esprimiamo la massima vicinanza e disponibilità a tutti gli operatori abruzzesi del abruzzese, ai quali oltre al danno dei mesi passati è piombato addosso quello della mancata riapertura odierna. Una perdita economica incommensurabile a cui il neo governo deve prontamente far fronte per cominciare a sanare una crisi, quella del turismo invernale con tutto il suo indotto, che rischia altrimenti di non vedere ripresa”.
La nota del capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Guerino Testa, dell’assessore regionale alle Aree interne, Guido Quintino Liris e del segretario regionale del partito, Etelwardo Sigismondi.

 


Print Friendly and PDF

TAGS