Il volontariato aquilano non si ferma: associazione “Il Cenacolo degli Angeli” in prima linea contro il Coronavirus

di Redazione | 03 Aprile 2020, @07:04 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – In questo periodo di emergenza nazionale, molti sono i settori che risentono fortemente della sospensione e del rallentamento delle attività.

Alle disposizioni stabilite dai decreti in materia di misure di precauzione e sicurezza per il contrasto e contenimento del diffondersi del Coronavirus, si aggiungono infatti le misure di Comuni, Diocesi, federazioni sportive o associazioni di categoria.

Ma c’è un comparto che non si ferma e che, anzi, impiega ancor più risorse e sacrifici: quello del volontariato, con molte associazioni che nelle ultime settimane si sono attivate per fronteggiare l’emergenza, con consegne di pasti e farmaci a domicilio per le fasce più fragili e sole della popolazione.

Tra queste “Il Cenacolo degli Angeli” ne è la dimostrazione chiara e tangibile. Impegnata dal 2004 nel mondo del volontariato aquilano, realizzando servizi di promozione culturale e sociale rivolti a soggetti diversamente abili, ai senzatetto, agli emigranti, alle famiglie di qualsiasi cultura in situazione di disagio sociale, la onlus con sede in via dell’Aringo, nel capoluogo, sta infatti proseguendo con la sua attività quotidiana a sostegno delle fasce deboli.

“Anche in questo delicato momento – spiega il presidente Antonella Di Gregorio -, abbiamo voluto essere vicini a tutte le persone che rilevano una sofferenza economico-sociale”.

In particolare, la prima consegna da parte dei volontari è stata effettuata nella giornata di ieri, ma come spiega la stessa Di Gregorio il sostegno per chi ne ha bisogno “continuerà ad essere garantito anche nelle prossime settimane su richiesta dell’utente”.

“Tutti i giorni – aggiunge -, ci occuperemo di consegnare a domicilio pacchi viveri o medicinali essenziali con prescrizione medica non mutuabile agli anziani, ai disabili e a tutti coloro che presentano patologie tali da non avere la possibilità di uscire. Il personale incaricato si impegnerà ovviamente a rispettare tutte le norme precauzionali rispetto all’emergenza sanitaria”.

L’associazione può essere contattata da lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle 14.30 alle 17, telefonando al numero il numero: 0862461509. (m.s)


Print Friendly and PDF

TAGS