Il Sole più attivo accelera i terremoti? Lo studio italiano

di Redazione | 07 Agosto 2020 @ 14:27 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

“Il sole influenza i terremoti: detta così sembra una di quelle notizie pseudo-scientiflche che infestano i social, invece a dirlo è uno studio apparso su Sdentine Reports, condotto da ricercatori di Cnr, università della Basilicata e Regione Puglia, coordinati da Giuseppe De Natale, dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia”. La notizia è riportata sul Venerdì di Repubblica.

“Il team è partito dalla constatazione che in certi periodi, in punti anche molto distanti, si verificano in sequenza ravvicinata potenti terremoti, come se fossero innescati da una causa comune. Abbiamo incrociato i dati sul flusso di protoni emessi dal Sole con la variazione nello stesso periodo della sismicità mondiale, scoprendo che entro 24 ore dai picchi di emissione di protoni solari si verificano picchi di terremoti, soprattutto di quelli di maggiore intensità dice De Natale. Ma come possono delle particelle atomiche indurre il movimento delle faglie terrestri? La nostra ipotesi è che l’arrivo di un flusso anomalo di protoni solari, carichi positivamente, induca un accumulo di elettricità nella ionosfera, che poi si scarica a terra. L’elettricità, passando nelle rocce, fa dilatare e contrarre i cristalli di quarzo, dando l’ultima spinta a faglie che sono già vicinissime al punto di rottura, innescando così terremoti che altrimenti si sarebbero verificati in tempi più distanti fra loro. Se l’ipotesi fosse confermata, sarebbe uno strumento in più per cercare di prevederli”.


Print Friendly and PDF

TAGS